C'e' nel cielo una grande stella,
dietro di lei una pecorella.

Arrivano alla capanna
dove Gesu' fa la nanna.

Ci sono Giuseppe e Maria
che gli fanno compagnia.

C'e' il timido asinello
che riscalda il Bambinello.

Arrivano i pastori
per offrire i loro cuori.

 

 

Babbo Natale quest'anno verrà
e nel suo pacco che ci sarà?

Treni blu, bambole grandi,
macchine rosse e telefoni gialli

e pennarelli di tutti i colori
per fare un fiore nel cielo là fuori.

E adesso è ora di andare a letto
e mentre dormo tu scendi dal tetto

per lasciare i tuoi doni
a tutti i bimbi buoni.

 

 

Gesù Bambino
col tuo ditino
mettimi un fiore
nel cuoricino:

il fiore azzurro
della bontà
e benedici
mamma e papà.

 

 

 

Gesù Bambino
vestito di bianco,
porta i tuoi doni
a chi è forte e a chi è stanco.



Porta i tuoi doni
a grandi e piccini,
Gesù Bambino
che ami i bambini.



Gesù Bambino
vestito di blu,
porta i tuoi doni
a chi vuoi tu.



Porta i tuoi doni
che son sempre veri,
Gesù Bambino
di oggi e di ieri.



Tanti auguri
con un girotondo.
Tanti auguri
a tutto il mondo.

 

 

 

Natale è festa di gioia e pace,
ogni rancore si spegne o tace;
tutto si scorda, tutto sì oblia,
deve esser giorno sol d'allegria.
Dunque scordatevi, o miei diletti,
le mie mancanze e i miei difetti.
Se io promettessi di essere buono,
mi neghereste forse il perdono?
Tace la mamma, tu, babbo, taci.
Son dunque assolto: che io vi baci


 

 

Stanotte un angioletto,
con lieve batter d'ale,
disceso sul mio letto
mi sussurrò: "E' Natale".

La magica parola
mi fece ridestare,
in una corsa sola
venni di qui a guardare.

Ne fui come incantato!
Oh giubilo degli occhi!
Gesù m'avea portato
un monte di balocchi.

"Ma prima di giocare"
mi disse una vocina
" va, corri ad abbracciare
il babbo e la mammina!"

Ed eccomi raggiante
qui a dirvi con amore:
"Lieto Natale! E tante
gioie serene in cuore".
 

 

 

Gesù Bambino

Oh se potessi

Gesù Bambino

farti dormire nel mio lettino

da questa grotta portarti via

là nel calduccio di casa mia...

Io di dormire

sarei contento

sopra una sedia

o sul pavimento

purchè sapessi che tu mio Re

Dormi e riposi meglio di me...

Ma la maestra mi ha detto a scuola

che tu domandi una cosa sola

non la mia casa,

non il mio letto,

ma soltanto un cuore pieno d'affetto..

se questo chiedi

questo ti dono

con la promessa di essere buono....
 

 

 

Babbo Natale viene di notte
viene in silenzio a mezzanotte
dormono tutti i bimbi buoni
e nei lettini sognano i doni

Babbo Natale vien fra la neve
porta i suoi doni la dove deve
non sbaglia certo conosce i nomi
di tutti quanti i bimbi buoni.

 

 

 

 

Fuoco Fuochello
Fuoco fuochello
la fiamma traballa
il bue è nella stalla
il bue e l'asinello
è nato un Bambinello

 

 

 

 

Un presepe da niente

Io ho in mente un presepe da niente

Un Bambino Gesu'.

Un bambino soltanto,

posato nella culla

da tante manine

dei bimbi del mondo

 

 

Dolce è Natale,
dolce è Gesù,
dolce è la neve che scende giù.
Dolce è la mamma ed il papà
e tutti quelli che sono qua.
Oggi è Natale e siam tutti contenti,
auguri e bacetti a tutti i presenti.

 

 


 

 

Il dolce di Natale più buono che ci sia
si prepara in famiglia, in pace e così sia!
Si prende una misura ben colma di pazienza;
di gentilezza un pugno, molta condiscendenza;
si aggiungono all'insieme comprensione e buon cuore,
si unisce un grosso pizzico di dolcissimo amore;
astuzia e tenerezza non possono mancare,
danno un tocco squisito, molto particolare.
E infine l'allegria in grande quantità:
si cuoce lentamente, una vera bontà.

 


E' Natale, è Natale,
chi sta bene e chi sta male:
c'è chi mangia il panettone,
lo spumante ed il torrone:
ed invece in qualche terra
i bambini fan la guerra.
Caro mio bel Bambinello
fa' che il mondo sia più bello
e con gli uomini in letizia
tutti in pace ed amicizia.
Ad ognuno fai trovare
ogni giorno da mangiare.
Della neve ogni fiocco
tu trasformalo in balocco
che poi cada lì vicino
ad ogni piccolo bambino.
Manda a tutti il proprio dono
e fammi essere più buono.

 

 

 

Brilla in cielo una stella
Con la coda lunga e bella.
Si ode dentro la capanna,
una dolce ninna-nanna.
C'è un bambino biondo, biondo
Col visetto tondo, tondo,
che riceve doni e fiori
dagli umili pastori

 

 

 

Ho sognato che il Bambino
venne presso il mio lettino
e mi disse dolcemente:
"Per Natale non vuoi niente?"
Io pensai per prima cosa
a te mamma sì amorosa
a te babbo, buono tanto,
e gli dissi:"Gesù santo,
babbo e mamma benedici,
fa' che sempre sian felici!"
 

 

 

 

 

C'è nel cielo una grande stella,
dietro di lei una pecorella.
Arrivano alla capanna
dove Gesù fa la nanna.
Ci sono Giuseppe e Maria
che gli fanno compagnia.
C'è il timido asinello
che riscalda il Bambinello.
Arrivano i pastori
per offrire i loro cuori.

 

 


Brilla in cielo una stella
Con la coda lunga e bella.
Si ode dentro la capanna,
una dolce ninna nanna.
C'è un bambino biondo, biondo
Col visetto tondo, tondo,
che riceve doni e fiori
dagli umili pastori.

 

 


 

 

Arriva il Natale
la festa speciale
speciale davvero
per il mondo intero.
Per tutti i bambini:
italiani, francesi o abissini
e noi che siamo così piccini,
non chiederemo dei regalini,
ma solo la pace per tutti i bambini

 

 

 

25 dicembre

 

Filastrocca per Gesù Bambino
che nasce stanotte piccino piccino
che nasce stanotte col freddo che fa
che nasce soletto con mamma e papà.
Non ha coperte, non ha focherello
ha solamente il bue e l'asinello
per scaldarsi, poverino,
non ha legna né camino
ma porta un amore sì grande e profondo
che può scaldare anche tutto il mondo.

 

31 dicembre


Il vecchio anno
È ormai sul finire
Ha fatto fagotto
E sta per partire
Lo sostituisce un anno bambino,
nuovo di zecca e un po' birichino.
Tante giornate ancora da venire
Trecentosessanta cinque notti
Per poter dormire.
Un anno carico
Di letizia o di dolore?
Di tristezza, di gioia
O di tanto amore?
Lo sapremo solo l'anno venturo
Non si può prevedere
Cosa cela il futuro.
Ma il nuovo anno
È un bimbo piccino
Con tanta speranza
Nel suo cuoricino.
 

 

 

Al cattivo un carboncino


Quando è l'ora, la Befana
alla scopa salta in groppa.
D'impazienza già trabocca:
l'alza su la tramontana,
fra le nuvole galoppa.
Ogni bimbo nel suo letto
fa l' esame di coscienza:
maledice il capriccetto,
benedice l' ubbidienza:
La mattina al primo raggio
si precipita al camino.
Un bel dono al bimbo saggio,
al cattivo un carboncino!

 

I doni di Natale

 

La neve scende silenziosa,
rende candida ogni cosa.
Le luci sono accese,
nelle case e nelle chiese:
Gesù Dio è nato,
il mondo si è svegliato.
Per tutti c’è un dono:
amore, pace, perdono.
Con la nostra carità
ricambiamo la Sua bontà.

 

La notte della Befana


E' una notte molto strana
quando arriva la Befana:
la sua splendida magia
fa volar la fantasia!
In un cielo brillante di stelle
viaggia e porta le cose più belle.
Sempre in sella alla scopa volante
di regioni ne visita tante:
passa monti, colline, città,
spiagge e isole sparse qua e là
ma dove vive nessuno lo sa.
Va in palazzi, villette, baracche,
grattacieli, cascine e casette bislacche.
Da finestre, balconi, giardini,
guarda i bimbi nei loro lettini
e, quando meno te lo aspetti,
d'improvviso atterra sui tetti:
parcheggia la scopa, scende giù dai camini,
e cerca le calze di grandi e piccini.
Quando poi si sveglia al mattino,
ci trova mille delizie ogni bambino:
caramelle, dolcetti, giochini,
sorprese, monete e poi cioccolatini...
... E il carbone?
Quello è solo uno scherzo innocente!
Non ci credi?
Stanne certo: nella calza lo trova ugualmente
anche chi è stato sempre ubbidiente!

 



 

 

 

Babbo Natale di tutti i color i


Babbo Natale vestito di bianco
porta i tuoi doni a chi è forte a chi è stanco,
porta i tuoi doni a grandi e piccini,
Babbo Natale che ami i bambini.

Babbo Natale vestito di blu
porta i tuoi doni a chi vuoi tu,
porta i tuoi doni che son sempre veri
Babbo Natale di oggi e di ieri.

Babbo Natale vestito di rosso
porta i tuoi doni con un cesto grosso,
porta i tuoi doni a tutti gli amici
Babbo Natale che rendi felici.

Babbo Natale vestito di giallo
Porta i tuoi doni a chi è brutto e a chi è bello,
porta i tuoi doni di ogni colore
Babbo Natale che inviti all’amore

Babbo Natale vestito di verde
Porta i tuoi doni a chi vince e a chi perde,
porta i tuoi doni per mare e per terra,
Babbo Natale che non vuoi la guerra.

Babbo Natale di tutti i colori
porta i tuoi doni a chi è dentro e a chi è fuori,
porta i tuoi doni a chi parla e a chi tace,
Babbo Natale che doni la pace.

Auguri, auguri a tutti i presenti:
mamme, papà, nonni e parenti;
tanti auguri con un girotondo,
tanti auguri a tutto il mondo.

 

Babbo Natale


Dodici renne e una slitta tutta d'oro,
corre nel buio della notte
un vecchio, barba bianca e scarpe rotte.
Sulle spalle ha un sacco rattoppato,
grande, grosso, di neve inzaccherato;
qua e là qualche pacchetto
esibisce impertinente
un rosso nastro svolazzante.
Scivola silenzioso, veloce come il vento,
se chiudo gli occhi quasi lo vedo, lo sento
entrare giù nel cortile, poi in casa
dalla porta dischiusa.
Nel buio silenzioso l'albero brilla,
s'avvicina il buon vecchio generoso
e doni infiniti lascia con un gran sorriso
a tutti bambini, bravi e belli,
brutti e monelli: domani è natale!