BRASILE

Il meraviglioso clima brasiliano non permette alla popolazione di poter vivere il Natale come dice la tradizione. Tutta la popolazione comunque festeggia il Natale, nonostante sia costituita da differenti gruppi religiosi ed etnici. Vengono preparate raffigurazioni della natività e per rendere l'atmosfera più reale possibile gli alberi vengono addobbati con neve finta. Anche in Brasile la notte del 24 dicembre è il momento più sentito. Le famiglie la trascorrono insieme ed i bambini scartano i regali.

CILE

Babbo Natale lo chiamano "Viejo Pascuero". La cena della vigilia si serve alle 9:00 di sera e finisce a mezza notte, a quest'ora si aprono i regali. Il 6 gennaio è chiamato "la pascua de los negros" (pasqua dei negri) in onore a uno dei Re Maghi venuto dell'Africa.



HONDURAS

Le feste natalizie iniziano ufficialmente il 24 dicembre con la comparsa di "Warani", nome dell' annunciatore del Natale. Warani danza di casa in casa coperto da una maschera accompagnato da cantanti e suonatori di tamburo. Questo personaggio riappare il 6 gennaio, indicando la fine delle feste natalizie.


MESSICO

La casa messicana deve essere addobbata e pronta per ricevere ospiti fin dal 16 dicembre, l'inizio delle "Posadas", per commemorare la ricerca di alloggio di Maria e Giuseppe.
Nelle case si trovano festoni di muschio spagnolo, sempreverdi e lanterne colorate e, in un angolo della stanza, il presepio. Dopo le preghiere si accendono i caminetti e la gente si riunisce per rompere la "piñata", un vaso di terracotta pieno di ghiottonerie che viene appeso al soffitto. I bambini bendati tentano di romperla con un bastone per prenderne il contenuto.

 

STATI UNITI

Le celebrazioni natalizie variano grandemente tra le diverse zone degli Stati Uniti, dato che gli abitanti sono di origini etniche molto diverse.
In Pennsylvania i moravi costruiscono un paesaggio, chiamato "Putz", sotto l'albero di Natale, mentre i tedeschi ricevono regali da Belsnickle che usa la frusta per chi si è comportato male. Al Sud si spara in aria il giorno di Natale. In Alaska si porta di casa in casa un palo con in cima una stella con "gli uomini di Erode" al seguito, che tentano di catturare la stella. Una ananas è talvolta appesa sull'uscio delle case quale simbolo di ospitalità