Cucina e Alimenti

Moderatori: juventina1978, Misscoty, birillino8

Cucina e Alimenti

Messaggioda juventina1978 il mer feb 15, 2006 12:11 am

Il caffè va conservato in una scatola metallica o di plastica, non trasparente, di preferenza in frigorifero.

Il colore vivo della carota è un segno di qualità. Diffidare delle grosse carote, sono spesso dure. Quando si grattano è necessario consumarle subito, oppure spruzzarle immediatamente di limone, altrimenti anneriranno a contatto dell’aria.

Il più grande difetto delle cipolle è di far piangere quando le si sbuccia. Per ovviare a ciò sbucciare le cipolle sotto un rubinetto d’acqua fredda. Per cancellare l’odore della cipolla cruda dalle mani, strofinatele con del limone e soprattutto lavatele con l’acqua fredda perché l’acqua calda fisserebbe l’odore. Una volta iniziata, una cipolla non deve essere conservata al di là di una giornata, altrimenti sviluppa delle tossine pericolose per l’organismo.

Il limone più è giallo e più contiene vitamina C. Scegliere dei limoni rotondi che sono più succosi di quelli oblunghi.

Non toccare le patate la cui buccia presenta delle macchie verdastre: indicano la presenza di una sostanza tossica. Non sbucciare le patate in anticipo, oppure conservarle in una bacinella piena d’acqua altrimenti si scuriscono a contatto con l’aria e sviluppano una sostanza tossica. Diffidare delle patate germinate, molto malsane. Cominciare la cottura con acqua fredda Non si conservano in frigorifero né cotte né crude.

La buccia dei pomodori è indigesta e mal tollerata dagli intestini delicati: è meglio sbucciarli, che siano cotti o crudi.

Per proteggere il sale dall’umidità, nella saliera, mettere qualche granello di riso.

Per riconoscere un uovo fresco basta immergerlo in un recipiente pieno d’acqua, se galleggia ha raggiunto i limiti di età e non va consumato, se resta a metà non si può mangiarlo alla coque ma in qualunque altra maniera, se va a fondo è ottimo. Nel frigorifero le uova vanno riposte con la punta in basso. Le uova sode cuociono otto minuti dal bollire dell’acqua.

Il gelato assorbe facilmente gli odori del congelatore, perciò prima di riporlo avvolgerlo ulteriormente in un sacchetto di plastica.

Ortaggi e legumi verdi si mettono a cuocere nell’acqua salata quando l’acqua inizia a bollire e senza coperchio.

Le patate, i fagioli e tutti i farinacei si mettono a cuocere in acqua fredda.

Usare un cucchiaio di legno per mescolare le salse ed i sughi; il metallo altera i sapori.

Lavare le fragole senza togliere il peduncolo: l’acqua non penetrerà nel frutto.

Acquistate una volta al mese scatolame, pasta, riso, caffè, surgelati ed altri prodotti a lunga conservazione.

Frutta, verdura fresca e latticini potete acquistarli una volta alla settimana, purché abbiate spazio sufficiente in frigorifero per conservarli.

Carni, verdure, frutta in scatola, tonno e cibi sott’olio, vanno levate dal recipiente non appena questo è aperto e la parte che non è subito consumata deve essere sistemata in un recipiente di porcellana o di vetro, dove tuttavia non potrà restare più di 24 ore.

I dolci a base di panna e con creme di latte e uova possono provocare disturbi se non consumati in giornata.
Ultima modifica di juventina1978 il ven apr 21, 2006 2:38 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
juventina1978
Moderatore


Messaggi: 2157
Iscritto il: gio feb 03, 2005 3:02 pm

Messaggioda juventina1978 il mer feb 15, 2006 3:34 pm

LE SCORTE IN DISPENSA
Crackers, grissini, fette biscottate, focacce sono utili per sostituire il pane fresco, improvvisare tartine.

Patatine, olive, salatine da servire con l’aperitivo o come stuzzichini.

Sottaceti e sottoli sono indicati nell’antipasto con i salumi, come contorno per carni rosse e pollame, per arricchire le insalate di riso.

Sughi e salse pronte per condire pasta e riso. La maionese vi aiuteranno a ravvivare il sapore e a dare tono ai piatti di carne, pesce e verdure. La besciamella servirà invece per gratinare e dare volume alle verdure cotte ed alla pasta condita anche solo con burro e formaggio.

Budini, creme pronte, miscele per dolci, per improvvisare un dolce al cucchiaio.

Frutta sciroppata e succhi di frutta per guarnire dolci ed arricchire macedonie e gelati.


LA DISPENSA
Riponete subito quanto avete acquistato, soprattutto se si tratta di prodotti deperibili, mettendo davanti le confezioni che erano già in casa e che vanno consumate per prime. Se vi accorgete che qualche prodotto sta per scadere mettetelo in evidenza ed inseritelo nel primo menù.

Lasciate i prodotti nelle loro confezioni originali, oppure trasferiteli nei contenitori rigidi per frigorifero.

Carne e pesce vanno nella zona più fredda del frigorifero. Toglieteli dalla confezione e metteteli in un contenitore a chiusura ermetica; la carne si conserva bene anche tra due piatti, mentre il pesce, già pulito, va sigillato con cura perché non lasci il suo odore.

Uova, latte e burro prendono gli odori dagli altri alimenti: teneteli quindi ben chiusi nelle loro confezioni.

Mettete i formaggi già iniziati nell’apposito contenitore, avvolgendoli singolarmente con il foglio d’alluminio.

Pulite, lavate e sgrondate bene le verdure e le insalate prima di metterle in frigorifero negli appositi sacchetti traforati o nei contenitori: dureranno più a lungo e le avrete sempre pronte in ogni momento.

Non mettete in frigorifero patate, cipolle ed aglio, ma teneteli in un cesto in un luogo asciutto e buio.

Portate a casa i prodotti congelati nell’apposita borsa termica e metteteli subito nel congelatore, lasciando un po’ di spazio tra le confezioni e le pareti dell’apparecchio per far circolare l’aria.

Tenete lo scatolame ed i prodotti a lunga conservazione a temperatura ambiente, ma senza eccessivi sbalzi tra caldo e freddo e nelle loro confezioni originali. Una volta iniziato il contenuto di una scatola trasferite quanto resta in un recipiente non metallico e conservatelo chiuso in frigorifero.

Farina, pasta ed altri prodotti similari conservateli in contenitori chiusi ma non ermetici.

L’olio teme la luce ed il calore. Le scorte vanno tenute in un luogo buio e fresco.


IN FRIGORIFERO
Il pancarrè se lo terrete in frigorifero durerà molto più a lungo.

Prosciutto cotto e crudo, salame, mortadelle possono essere serviti come antipasto.

Qualche confezione sottovuoto di formaggio in gusti assortiti per arricchire primi e verdure, formaggio grattugiato per insaporire salse.
Avatar utente
juventina1978
Moderatore


Messaggi: 2157
Iscritto il: gio feb 03, 2005 3:02 pm

Messaggioda juventina1978 il mer feb 15, 2006 3:48 pm

ADDITIVI
Gli additivi sono i coloranti. Sono fuorilegge: E103, E105, E111, E121, E125, E126, E 127, E130, E152, E181.

I conservanti servono per bloccare la moltiplicazione dei microrganismi. Sono tossici e possono causare allergie e perfino il cancro da E120 a E218. Sono altrettanto tossici da E230 a E233 usati sulla buccia degli agrumi. Non raccomandabile è l’E239 usato nei formaggi. Ma i più pericolosi sono da E250 a E252 molto usati nelle carni ed in tutti gli insaccati.

Gli antiossidanti evitano l’irrancidimento dei grassi e l’imbrunimento superficiale di alcuni alimenti.

Dannosi da E338 a E341 perché possono dare disturbi digestivi e sottraggono calcio alle ossa.


INTOSSICAZIONI
Per evitare intossicazioni bisogna sempre diffidare di scatolette malformate, con gobbe e rigonfiamenti.

Mettere in frigorifero i cibi deperibili al più tardi due ore dopo averli acquistati.

Cuocere la carne sempre perfettamente; la carne macinata va usata in giornata.


VITAMINE
La vitamina A si trova nel formaggio, carote, spinaci, fegato e nel tuorlo d’uovo. Stimola il sistema immunitario, quindi aumenta le difese dalle malattie. Rallenta l’invecchiamento della pelle, mantiene in forma ossa e denti, sviluppa la vista.

La vitamina B1 è presente nel lievito di birra, nei legumi, frutta, funghi, carne di maiale. Il suo deficit determina fatica, inappetenza, irritabilità.

La vitamina B2 si trova nel latte, uova, pesce, carni. I sintomi di carenza sono nervosismo, lesioni cutanee e lacrimazione.

La vitamina B3 è presente nelle carni magre, pesci e cereali. La sua carenza sviluppa svogliatezza, inappetenza, cefalee, disturbi della pelle.

La vitamina B5 si trova nel tuorlo d’uovo, noci, fegato, cavoli, pappa reale. La sua assenza determina cefalea, stanchezza, insonnia, disturbi gastrointestinali, difficoltà nei movimenti.

La vitamina B6 è presente nei cereali integrali, uova, carne, fegato, pesce e formaggi. E’ molto importante per lo sviluppo della muscolatura e per permettere alle cellule di riprodursi. La sua mancanza crea nausea, depressione ed infiammazione delle mucose.

La vitamina B9 è presente nelle uova, negli ortaggi verdi, nei meloni, banane, limoni. E’ indispensabile per la formazione e lo sviluppo dei globuli rossi e mantiene efficiente il sistema nervoso.

La vitamina B12 è presente nelle carni, nel pesce, nelle uova. La sua carenza determina anemia, nervosismo e stress.

La vitamina C è presente negli agrumi, nei kiwi, nei pomodori, spinaci. Aiuta l’organismo ad assorbire il ferro e a difendersi da virus e batteri. La sua carenza si manifesta con pelle ruvida, carie, sanguinamento delle gengive, difficoltà di rimarginazione delle ferite.

La vitamina D si trova nel latte, burro, tuorlo. La sua funzione è di aiutare a fissare il calcio nelle ossa. L’organismo la produce spontaneamente quando si espone al sole: le carenze si creano soprattutto in inverno.

La vitamina E si trova nell’olio d’oliva e negli ortaggi verdi. La sua funzione è di difendere le membrane delle cellule dai radicali liberi e di ostacolare quindi i processi di invecchiamento.

La vitamina H è presente nel lievito, tuorlo d’uovo, latte, carni, arachidi e cioccolato. La sua carenza crea svogliatezza, inappetenza, disturbi della pelle.

La vitamina K è presente negli spinaci, cavoli, ortaggi verdi e la sua carenza determina emorragie.

La vitamina PP è indispensabile per liberare l’energia contenuta negli alimenti e per renderla utilizzabile da parte dell’organismo.
Avatar utente
juventina1978
Moderatore


Messaggi: 2157
Iscritto il: gio feb 03, 2005 3:02 pm

Messaggioda juventina1978 il ven apr 21, 2006 9:35 pm

Nel periodo invernale si frigge molto e spesso la casa viene invasa dai cattivi odori. Come evitare questo inconveniente? Prima di iniziare la frittura, buttate nell'olio bollente una fetta di mela senza semi. Tenete il fuoco basso e provvedete a rimuovere la mela quando comincia a dorarsi.

Una fetta di patata sistemata nel portapane impedirà al pane di diventare subito secco e lo conserverà più a lungo.

Per preparare un ottimo agnello arrosto provate a spruzzarlo, dopo averlo ben rosolato, con un bicchiere di gin. Continuate poi la cottura come al solito, aggiungendo gli ingredienti desiderati.

Un sistema semplice ed efficace perché le patate non si sbriciolino durante la cottura consiste nell'aggiungere un cucchiaio di aceto all'acqua in cui stanno bollendo.

Prima di mettere nel secchiello i cubetti di ghiaccio destinati ai cocktail, spruzzateli con del succo di limone. Questo impedirà che si attacchino tra loro.

Se intendete offrire ai vostri ospiti del riso in bianco che non sembri il solito piatto tipico di una dieta ipocalorica, aggiungete all'acqua di cottura due cucchiai di cognac.

C'è patata e patata; le bianche sono più farinose e quindi ottime per preparare gli gnocchi, quelle gialle sono più consistenti e adatte per essere fritte o cotte al forno. Ci sono poi le patate rosse che molti considerano più duttili in cucina.

Perché gli gnocchi fatti in casa risultino morbidi, schiacciate le patate quando sono ancora calde e impastatele con la farina finche la assorbono. Aggiungete sempre un uovo e lievito in polvere per pizza.

Volendo surgelare le crespelle senza problemi, impilatele una sopra l'altra, separandole con un foglio di carta oleata.

Se avete avanzato dei fichi secchi apriteli a metà, inseritevi una scorzetta di arancia e infornate un quarto d'ora a fuoco medio.

Quando preparate il minestrone, alle verdure di stagione, piuttosto scarse nei mesi invernali, aggiungete sempre una mela tagliata a pezzetti, naturalmente dopo averla sbucciata. Cuoce facilmente e il sapore generale del minestrone ne guadagna in aroma.

Un segreto per una zuppa di pesce senza paragoni consiste nell'evitare di mescolarla con il cucchiaio di legno, perché si finisce con il frantumare i piccoli pesci. In alternativa, sarebbe meglio scuotere di tanto in tanto il tegame in cui avviene la cottura.

Versate la polenta in piccoli stampini da budino (vanno benissimo anche delle tazze o dei bicchieri imburrati) e appena la polenta avrà preso forma rovesciatela su un piatto di portata e versatevi tutto attorno il sugo che avete preparato: di salsiccia, il ragù, l'intingolo del brasato, e servite in tavola.

Per ottenere una perfetta cottura dei ceci, occorre farli bollire nell'acqua in cui precedentemente avete fatto bollire degli spinaci.

Per dare un sapore diverso alla solita torta di mele, sostituite il latte fra gli ingredienti con un bicchiere di vin brulé, che riuscirà a dare a questo dolce casalingo un piacevole gusto del tutto particolare.

Le erbe usate abitualmente in cucina possono anche essere conservate nel surgelatore. Lavatele rapidamente, togliete loro con delicatezza l'eccesso di acqua e fatele asciugare molto bene stendendole su un canovaccio pulito. Rendetele pronte per l'uso: tritate il prezzemolo, staccate le fogliette piccole dagli steli del timo, la maggiorana... Riponete tutto nel congelatore in sacchetti o barattolini puliti. Il basilico può essere conservato anche sotto forma di pesto, in confezioni monouso, frullando il basilico, i pinoli, l'olio e l'aglio, solo se piace. Abbiate l'accortezza di usare il parmigiano grattugiato fresco al momento di usarlo.

I biscotti si manterranno freschi e fragranti per parecchi giorni se li conserverete in una scatola di latta assieme ad una manciata di riso, raccolto in un sacchettino pulito di cotone.

Prima di riporre in frigorifero i pezzetti di cipolla avanzati, avvolgeteli nella pellicola trasparente, nella carta argentata o chiudeteli ermeticamente in sacchetti x alimenti. In questo modo si conserveranno più freschi senza trasmettere il loro odore alle altre vivande e potrete anche surgelarli.

Se desiderate affettare un pezzo di carne per realizzare un piatto di carpaccio ma non avete l'affettatrice, mettete la carne nel freezer per qualche ora, fino a farla indurire, poi tagliatela con un normale coltello da cucina affilato, il risultato sarà impeccabile.

Per eliminare l'odore dell'acciuga dagli utensili di cucina, lavateli con acqua fredda e passateli velocemente sulla fiamma.

I funghi coltivati, come per esempio gli Champignon, sono particolarmente ricchi di umidità e di conseguenza non assorbono il grasso. Ricordatevi quindi di cucinarli sempre usando poco condimento.

Aromatizzate il tè con zollette di zucchero intinte nel succo d'arancia.

Per una pastasciutta svelta e gustosa: scegliete una pasta piuttosto sottile e conditela con dello yogurt ai cereali, non zuccherato: E' ottima anche per chi è a dieta e per chi ama i pasti leggeri.

Qualche regola da usare in cucina per l'utilizzo del sale. Le verdure vanno cucinate in acqua già salata. Le carni sanno salate poco prima che siano pronte. Salate i legumi a metà cottura. Per le pietanze da consumare fredde, é consigliabile sempre aumentare la dose di sale. Ricordatevi di aggiungere sempre un pizzico di sale all'impasto di torte e biscotti, pasticcini e frittelle.

I finocchi lessati spesso prendono un colore non troppo invitante. Se volete mantenerli bianchi non aggiungete il sale all'acqua in cui cuociono e salateli dopo.

Rapido e d'effetto il condimento della pasta. Lavate e tritate finemente un bel ciuffo di prezzemolo, qualche fogliolina di menta, un rametto di rosmarino, mezzo spicchio d'aglio, un cucchiaio di capperi e due acciughe diliscate. Condite con questa salsa 400 gr di pasta corta, spolverizzate con abbondante pecorino e.. buon appetito.

Ammorbidite il pane raffermo nel latte, amalgamatelo alla ricotta, un trito di prezzemolo, basilico, sale, pepe e uova. Stendete l'impasto (alto non più di 3 cm) in una tortiera imburrata, cospargete di formaggio grattugiato e riccioli di burro; poi passate nel forno caldo per 20 minuti circa.

Ammorbidire il pane duro é piuttosto semplice. Provate ad avvolgerlo per un'ora circa in un panno inumidito, poi ponetelo nel forno caldo, a 100°. Diventerà ben presto friabile, come fresco.

Non rinunciate mai ad avere nella dispensa del pane grattugiato perché si rivela utilissimo in tante occasioni. Rosolandolo nell'olio e aglio ed unendolo ad altro olio, capperi e prosciutto cotto tritati, sale e pepe, si ottiene un semplice ripieno, per i pomodori, che passerete poi al forno.

Il cardo fa sempre bene. Provate ad assaggiarlo cotto al vapore e condito con una salsa verde a base di olio, pinoli e prezzemolo. Oltre ad essere gustoso, apporta una buona dose di vitamina C, particolarmente benefica soprattutto nella stagione invernale.

Per portare in tavola un pezzo di carne tenerissima, lasciatela a bagno nel latte per un'ora circa, scolatela, asciugatela con uno strofinaccio pulito e cuocetela a piacere.

Per la merenda di carnevale preparate delle chiacchiere, dette anche frappe, cenci o bugie, a forma di mascherina. Quando sono ben asciutte, spruzzatele con qualche goccia di miele e distribuitevi sopra alcuni zuccherini multicolore per dar loro l'effetto coriandolo.

Rivestite gli stampi per le preparazioni a freddo, come il polpettone di tonno e patate, con della pellicola trasparente, cosi non avrete bisogno di lavarli.

Separare il tuorlo dell'uovo dal suo bianco vi crea problemi? Niente paura. se non avete l'apposito attrezzo, potete usare un imbuto: infilate l'imbuto in un bicchiere, rompetevi sopra l'uovo e il bianco scivolerà giù.

Spesso si evita di aggiungere le banane nelle macedonie di frutta perché anneriscono. Per evitare questo inconveniente, passatele sotto al getto dell'acqua bollente prima di sbucciarle oppure irroratele con del succo di limone, dopo averle tagliate a fettine.

Per un antipasto insolito ma di sicuro effetto: friggete del sedano bianco leggermente infarinato e servitelo accompagnato con delle scagliette di parmigiano.

Prezzemolo, cerfoglio, erba cipollina e dragoncello freschi, in parti uguali e tagliuzzati finemente, compongono una tradizionale miscela chiamata < erbe fini >. Si accompagna a omelette, pollo e pesce bollito e va aggiunta a fine cottura.

Quando é tempo di cetrioli, sbucciateli, tagliateli a fette e ricopriteli con latte freddo appena appena zuccherato. Trascorsi 10 min avranno perso il gusto amaro e saranno soprattutto molto più leggeri da digerire.

Tagliate a striscioline l'arrosto avanzato e mescolatelo a pomodoro, insalata riccia, gherigli di noce. Condite il tutto con olio, limone, sale e maionese.

Nel preparare la frittata alle erbe, sostituite i soliti spinaci con delle foglie di malva fresca. Ne risulterà un piatto molto delicato, dal gusto un po' insolito.

E' sempre possibile congelare qualsiasi impasto preparato in casa. Il consiglio vale sia per la sfoglia delle tagliatelle che per l'impasto degli gnocchi. Ma anche per la pasta frolla e sfoglia. Basterà inserire i singoli impasti nei sacchetti di plastica per alimenti e poi nel congelatore.

Basta con le solite mele cotte! Per cambiare, provate a dare un tocco in più a quelle al forno, appoggiandole singolarmente su una fetta d'arancia.

Se trovate i fagioli tanto buoni quanto indigesti, ricordatevi di aggiungere all'acqua di cottura una buona manciata di semi di finocchio. Così facendo, oltre ad ottenere un buon sapore, risolverete, almeno in parte il problema digestivo.

Perché il condimento dell'insalata risulti delicato, mettete olio, aceto ed eventualmente altri ingredienti (erba cipollina, pepe, origano...) in un vaso chiuso ermeticamente, con un cubetto di ghiaccio. Shakerate come se si trattasse di un cocktail, togliete il ghiaccio e versate sull'insalata.

Il formaggio con le pere, si sa, é sempre un matrimonio ben riuscito. Ma il grana si sposa alla perfezione anche con dei gambi di sedano bianco e, ridotto in scaglie, condito in insalata con cuori di carciofo tagliati finemente.

Per ottenere una frittata morbida e alta, aggiungete alle uova un poco di latte; se la preferite croccante aggiungete invece un cucchiaio di farina.

Per preparare un ottimo flan o un budino, se avete deciso di utilizzare lo zucchero caramellato ricorrete al vecchio trucco dei pasticceri: aggiungete al preparato per il caramello un cucchiaio di aceto bianco e il risultato finale sarà migliore.

Un cucchiaio di bicarbonato di sodio ogni litro d'acqua aiuta ad eliminare antiparassitari ed impurità da frutta e verdura.

Prepariamo un ottimo aceto aromatizzato unendo ad un litro di aceto bianco 20 gr di basilico, un chiodo di garofano, 10 gr di timo, 4 gr di noce moscata, 15 gr di maggiorana e un pizzico di sale. Lasciate macerare per due mesi prima di metterlo al consumo.

Otterrete delle patate al forno croccanti fuori e morbide all'interno se le farete bollire per qualche minuto in acqua poco salata prima di metterle in forno.

Un soffritto di cipolle finissimo e un'abbondante spruzzata di latte nell'impasto trasforma la solita frittata in qualcosa di veramente speciale da portare in tavola.

Quando fate la torta di mele, prima di mescolarle all'impasto, mettete sul fornello una pentola d'acqua e tenetevi le fettine a bagnomaria fino a che saranno ingiallite. In questo modo il liquido contenuto nella frutta evaporerà , rendendola più leggera. Durante la cottura in forno, anziché depositarsi sul fondo della torta, le mele rimarranno nel mezzo dell'impasto rendendolo più soffice.

L'odore dei broccoli vi scoraggia? Provate a metterli a bagno nell'acqua la sera prima e a cuocerli l'indomani nella medesima acqua. Non li sentirete neanche.

Per far riuscire una torta é importante che le chiare d'uovo non impazziscano. Ecco un suggerimento utile: Aggiungete un pizzico di sale prima di montarle e il risultato é assicurato.

I funghi secchi hanno un aroma più intenso rispetto a quelli freschi e prima dell'uso devono essere tenuti in ammollo per circa mezz'ora in acqua bollente. Quindi strizzateli e realizzate la ricetta che ne prevede l'utilizzo.

Perché mantengano il loro colore invitante, lessate i fagiolini in acqua abbondante e poco salata, mantenendo per esempio le dosi di 2 litri d'acqua per mezzo Kg di verdura. Un atro trucco consiste ne farli raffreddare stesi uno accanto all'altro su un grosso piatto o un canovaccio pulito.

Per avere pane sempre fresco riponetelo, appena acquistato, nel freezer, meglio se già tagliato a fette. Basterà toglierlo dal congelatore due ore prima di consumarlo. Se lo preferite croccante potete metterlo a scaldare qualche minuto nel forno.

Frullate prezzemolo, sedano e cipolle separatamente e versate ogni ingrediente in una vaschetta del ghiaccio. Riponete il tutto nel freezer: avrete così a disposizione tanti cubetti già pronti per i soffritti e per insaporire le pietanze.

La frutta scongelata conserva solo parte della fragranza e della consistenza originale. Usatela quindi per preparare macedonie, sorbetti o farciture di torte.

Qualche chicco di riso mischiato al sale dentro al contenitore ne riduce l'umidità e impedisce che si formino grumi.

Scegliete dei peperoni grossi, gialli e carnosi, fateli abbrustolire sulla fiamma o nel forno e privateli della pelle, dei semi e dei filamenti. Tagliuzzateli e poneteli in vasetti di vetro, chiudeteli ermeticamente e fateli bollire per poco più di mezz'ora. Conditi con olio, aglio, prezzemolo e sale questi peperoni si riveleranno un ottimo contorno per le diverse qualità di carne bianca alla griglia.

Ecco un trucco efficace per conservare a lungo formaggi a pasta dura, come pecorino e parmigiano. Lavate e asciugate con cura due foglie di lattuga, avvolgetevi bene il formaggio e infine incartate il tutto nella carta d'alluminio. In questo modo si manterrà freschissimo.

Se il vostro libro di cucina cita le erbe fini, o fines herbes, parla di un miscuglio di erbe aromatiche fresche che può includere cerfoglio, erba cipollina, dragoncello, maggiorana e prezzemolo. Volendo potete anche aggiungere il timo, il rosmarino e il basilico.

Per ottenere un bollito più tenero, aggiungete mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio ogni mezzo litro d'acqua utilizzato per la cottura.

Un cucchiaino di bicarbonato di sodio ogni mezzo chilo di farina o sciolto nel latte, aiuta il processo di lievitazione della pasta rendendo torte e dolci più soffici e fragranti, ma naturalmente non sostituisce il lievito.

Sempre in tema di bicarbonato ricordate che un cucchiaio ogni litro d'acqua ammorbidisce i legumi secchi lasciati a bagno tutta la notte. Dopo averli risciacquati la mattina dopo, aggiungetene mezzo cucchiaino ogni litro d'acqua della cottura.

Se proprio non potete rinunciare ad una fetta di torta, contravvenendo alle indicazioni del vostro medico, preparatela seguendo qualche astuzia alimentare. Potete, per esempio, sostituire il burro e il latte con dell'olio d'oliva e del succo di mandarino. Al posto dello zucchero inserite tra gli ingredienti dei dolcificanti liquidi, reperibili facilmente in farmacia, mentre le uova, che solitamente favoriscono la lievitazione dell'impasto, si possono compensare con l'aggiunta di un pizzico di bicarbonato,

I funghi perdono molta acqua durante la cottura. Per evitare questo inconveniente, prima di utilizzarli in cucina, passateli per qualche minuto nel forno già caldo.

I cavoli, in genere, più sono piccoli più sono gustosi.

Volendo surgelare le verdure, mantenetele sempre un po' indietro di cottura, così si conserveranno meglio.

Se avete intenzione di realizzare marmellate di frutta o confetture, aggiungete in fase di cottura un po' di spezie (chiodi di garofano, cannella, vaniglia, cacao...), a seconda del gusto e del tipo di frutta adoperato.

Tagliate il pane avanzato a fette e quindi a quadretti di circa 2 cm, versatelo in una teglia leggermente unta d'olio e mescolate con le mani in modo che tutti i pezzetti di pane si ungano appena. Cospargeteli con un pizzico di origano e di sale e date un'altra rimescolata, quindi mettete la teglia nel forno semicaldo per qualche minuto. Il risultato sarà gustosissimo.

Tutti i dolci a base di albume montato a neve tendono ad abbassarsi quando si raffreddano. Per ovviare a questo inconveniente, rovesciate lo stampo non appena esce dal forno e lasciate raffreddare così, Non preoccupatevi, non scivolerà fuori perché questo tipo di dolci aderisce molto bene allo stampo e in genere tende a non uscire.

Ecco qualche accorgimento per invasare le marmellate fatte in casa. Lavate i contenitori in cui le conserverete con molta cura, meglio se con il sapone di Marsiglia. Eseguite questa operazione mentre il composto è ancora sul fuoco. Risciacquateli molto bene e metteteli ad asciugare capovolti, appoggiandoli sulla griglia dello scolapiatti in maniera tale che circoli aria al suo interno. Prima di spegnere la fiamma, fate passare il vaso con l'imboccatura rivolta verso il basso sulla pentola, affinché si scaldi e si sterilizzi. Versate quindi il contenuto della casseruola nei barattoli, riempiendoli completamente e scuotendoli delicatamente per far uscire eventuali bolle d'aria che potrebbero provocare delle muffe.

Vi viete accorti all'ultimo momento di avere nella dispensa una sola pagnotta e per giunta rafferma? Correte ai ripari avvolgendola in un foglio di carta stagnola ed infilandola nel forno preriscaldato, a 200°, per cinque minuti. Lasciate raffreddare la vostra pagnotta, togliete l'alluminio che la ricopre e servitela ancora calda. Farete così un figurone, perchè sembrerà a tutti appena sfornata.

I biscotti di pasta frolla risulteranno sicuramente più friabili se metterete nell'impasto delle uova intere e non solo i tuorli, come spesso riportano le ricette tradizionali.

Se amate preparare delle conserve di frutta, ricordatevi di aggiungere qualche spicchio di mela acerba nella pentola della marmellata che sta cuocendo. Con questo espediente si addenserà più in fretta.

Se lo yogurt magro non vi soddisfa più, trasformatelo in una leccornia. Basterà aggiungervi un cucchiaino di caffè solubile ed un pizzico di dolcificante.

Una ricettina facile facile per preparare le ciliegie cotte. Fate asciugare a fiamma bassa uno sciroppo realizzato con del miele e poca acqua, unitevi le ciliegie ben lavate, senza gambo e, se preferite, anche snocciolate, aggiungete una scorza di limone, due chiodi di garofano e un pizzico di cannella e fate cuocere per circa un quarto d'ora. Cotte in questo sciroppo le ciliegie diventeranno belle e lucide.

Un trucco per montare la panna bene e in fretta consiste nel lasciarla prima nel freezer per una ventina di minuti circa, il tempo necessario perché inizi appena a congelarsi.

Per ottenere una peperonata più digeribile, aggiungete un cucchiaio o due di aceto durante la cottura.

La pizza sarà sicuramente più gustosa, proprio come quella che si mangia in pizzeria, se invece di ungere la teglia con l'olio la spolverizzerete di farina.

Aggiungete un pizzico di burro o un cucchiaio di olio nell'acqua di cottura del riso, degli spaghetti o delle tagliatelle: non si attaccheranno e resteranno al dente. Questo trucchetto, inoltre, si rivelerà utilissimo nell'operazione di cottura della sfoglia che vi servirà per le lasagne. In questo caso, ricordatevi sempre di sbollentare rapidamente anche quella pasta della precotta.

Prima di cuocere il fegato, lasciatelo un paio d'ore a bagno nel latte, al fresco, nel frigorifero. Quindi asciugatelo e cuocetelo a piacere. Le bistecche, invece, saranno più morbide se, prima di cuocerle, le lascerete marinare in olio e aceto, rigirandole di tanto in tanto.

Per evitare che il latte fuoriesca dal pentolino sporcando il piano di cottura, provate ad immergere nel pentolino stesso un cucchiaio d'acciaio: vedrete che il latte non traboccherà più.

Volete portare in tavola un brodo veramente superbo? Realizzatelo con un pezzetto di carne che preferite, un gambo di sedano, carota, cipolla, odori e, non dimenticate, qualche chiodo di garofano e un bastoncino di cannella.

I limoni si conserveranno al meglio e daranno più succo se tenuti nel frigorifero, chiusi in un vaso riempito d'acqua.

Conservate le mele distanti da cipolle, aglio e patate, in modo tale che non ne assorbano gli odori.

Nel pelare i cetrioli tenete sempre la mano leggera per non perdere gli elementi nutritivi che stanno sotto la buccia.

Trasformate delle semplici mele in una ghiotta crema. Come fare? Frullatene due o tre assieme ad una banana e aggiungetevi un cucchiaio di pinoli ed uno di uvetta, precedentemente ammollata e ben strizzata.

Per sbucciare le castagne, praticate un'incisione sulla parte piatta delle stesse; copritele con acqua fredda e fatele bollire per una decina di minuti. La buccia e la pellicina verranno via con l'aiuto di un coltellino.

L'omelette risulterà più morbida e soffice se al momento di sbattere le uova aggiungerete un pizzico di maizena.

Verserete meno lacrime nell'affettare le cipolle, se taglierete per ultima la parte dell'estremità della radice.
Immagine Immagine
Avatar utente
juventina1978
Moderatore


Messaggi: 2157
Iscritto il: gio feb 03, 2005 3:02 pm

Messaggioda juventina1978 il gio gen 11, 2007 10:41 pm

Se non volete che l'odore del fritto si diffonda in ogni stanza, buttate nell'olio caldo una fetta di mela prima di iniziare a cucinare e toglietela non appena comincerà a dorarsi.

Per eliminare i cattivi odori rimasti nel forno, dopo averlo pulito, cuocetevi alcune bucce d'arancia a 180° .

Per far sparire l'odore del melone dal frigorifero, mettetegli dentro per una notte, una patata sbucciata tagliata a metà.

LE VIRTU' DEL LIMONE :
-Può essere usato, ad esempio, per la pattumiera dopo aver cambiato il sacchetto mettere un limone tagliato a pezzetti... toglierà gli odori.
-Funziona anche contro l'odore della naftalina: bisogna preparare un composto di alcol e succo di limone e passarlo con uno straccetto sulle pareti di armadi e cassetti; poi si asciuga con un altro straccetto, e dopo circa mezz'ora si possono risistemare i vestiti.
-Per la pulizia del forno passarlo sulla superficie tagliato a metà, lasciarlo asciugare e poi passare con una spugnetta inumidita per togliere i residui di sporco e di succo di limone.
Immagine Immagine
Avatar utente
juventina1978
Moderatore


Messaggi: 2157
Iscritto il: gio feb 03, 2005 3:02 pm


Torna a Casa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group