Torey L.Hayden

Moderatori: juventina1978, Misscoty, birillino8

Torey L.Hayden

Messaggioda birillino8 il dom ott 22, 2006 8:26 pm

Non è una scrittrice vera e propria,ma è un'insegnante,le sue sono classi speciali per bambini emotivamente labili,ed è una specialista di riferimento nella ricerca sulla psicopatologia infantile.I suoi alunni sono bimbi autistici,altri hanno subito abusi,chi è stato rapito chi è affetto dal mutismo elettivo,chi è schizofrenico e chi solamente agressivo.Trovo veramente interessanti i libri di questa grande donna,ed è per questo motivo che ve ne parlo.
Ed ora ve la presento....



Immagine


Sposata: nel 1982

Famiglia: una figlia, 1985

Attività nel campo dell'educazione / psicologia: Ausiliaria nell'istruzione speciale (disturbi emotivi); insegnantespeciale (disturbi emotivi, disturbi dell'apprendimento); insegnante capo (unità psichiatrica); professore universitario (istruzione speciale); professore (istruzione speciale); coordinatrice di ricerca (unità psichiatrica universitaria); psicologa infantile; consulente nel campo degli abusi ai minori.


Attività di scrittrice - Libri pubblicati:
UNA BAMBINA, 1980 (storia vera); FIGLI DI NESSUNO, 1981 (storia vera); COME IN UNA GABBIA, 1983 (storia vera); THE SUNFLOWER FOREST, 1984 (romanzo); UNA DI LORO, 1988 (storia vera); UNA BAMBINA E GLI SPETTRI, 1991 (storia vera); LA FIGLIA DELLA TIGRE, 1995 (storia vera); IL GATTO MECCANICO, 1999 (romanzo). BEAUTIFUL CHILD, (storia vera) pubblicazione prevista 2001; DAVID'S STORY (titolo provvisorio) (racconto per bambini), pubblicazione prevista primavera 2001.

Immagine

Una bambina

Sheila fu assegnata alla classe di Torey Hayden per "bambini speciali" all'età di 6 anni dopo aver legato a un albero un bambino di 3 anni e averlo gravemente ustionato.

UNA BAMBINA è la storia di Torey Hayden del suo tentativo di fare emergere le incredibili capacità di questa bambina torturata.

Alcune parti di questo libro - le orribili molestie sessuali - vi faranno arrabbiare. Altre - la tranquilla descrizione fatta da Sheila della sua rabbia, paure e dubbi - vi faranno piangere. E altre parti ancora - la graduale presa di coscienza di Sheila delle proprie capacità - vi rallegreranno.

Qualunque sia la vostra reazione, credo che sarete d'accordo che da molto tempo non avevate letto un libro con l'impatto emotivo di UNA BAMBINA.
New York Times Book Review

Note dell'autrice:
UNA BAMBINA non è nato come libro. Torey lo ha scritto come storia personale per registrare la sua straordinaria esperienza con Sheila. È stato solo dopo averlo terminato che ha preso in considerazione la possibilità di pubblicarlo.
UNA BAMBINA è il primo libro di Torey e anche la primissima cosa che lei abbia presentato per la pubblicazione. La storia è stata scritta molto rapidamente, in soli otto giorni dall'inizio alla fine. Ci sono voluti solo 42 giorni dal momento in cui ha iniziato a scrivere UNA BAMBINA a quello in cui ha firmato un contratto con G.P. Putnam's Sons per la pubblicazione.

UNA BAMBINA è attualmente pubblicato in 28 lingue ed è stato adattato in varie forme diverse, inclusi un'opera in un atto, uno spettacolo di marionette in giapponese e un film TV.

Dove sono adesso?
Sheila ora ha circa trent'anni. Dall'attività nel fast food è adesso passata a quella di un ristorante e sembra avere buona capacità negli affari. È sempre single e divide la sua casa con due cani e due gatti. I diritti degli animali sono diventati una causa importante nella sua vita cui dedica gran parte del suo tempo libero.
Ho chiesto a Sheila di dare un suo contributo a questa pagina, ma ha preferito non farlo. La sua privacy è molto importante per lei e non vuole in alcun modo mettere in pericolo la sua vita attuale. Tuttavia, saluta tutti e li ringrazia per il loro interesse aggiungendo di dire a tutti che adesso è felice.

Anton è adesso sulla cinquantina. È sposato e padre di due ragazzi adulti. Si è prima laureato in Scienza dell'educazione e poi ha preso un master in Istruzione speciale con una specializzazione negli handicap mentali. Anton ha recentemente celebrato 20 anni di insegnamento. Attualmente vive in California dove lavora a un programma di istruzione speciale per i figli degli emigranti ispanici.

Whitney adesso è sulla quarantina. Ha un dottorato in psicologia infantile e da molti anni esercita privatamente

Tutti gli altri bambini della classe adesso hanno circa trent'anni. Freddie e Susannah Joy sono incapaci di vivere indipendenti e di conservare un posto di lavoro. Quindi entrambi vivono adesso in istituzioni. Sarah e William alla fine sono passati alla scuola regolare e si sono diplomati. Sarah adesso è sposata, ha tre figli e fa la cameriera. William è diventato ragioniere. Peter è morto a causa dei suoi problemi neurologici quattro anni dopo la pubblicazione di UNA BAMBINA. Tyler è morto circa otto anni fa in un incidente automobilistico. Torey ha perso le tracce di Guillermo e Max.

Chad, ha adesso circa cinquant'anni, è sposato, ha un figlio e tre figlie, la maggiore delle quali si chiama Sheila. Lavora sempre come avvocato.
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il dom ott 22, 2006 8:31 pm

Immagine

Figli di nessuno

Prendete quattro bambini di età diversa e con delle storie diverse e con problemi molto diversi. Metteteli in un'unica classe con un'insegnante che arriva a prendersi cura profondamente di ognuno di loro.

Essenzialmente questo è ciò che è successo quando l'insegnante speciale Torey Hayden prese in mano "la classe che si creò da sola"
Per primo arrivò Boo, un bambino di sette anni gravemente autistico. Poi arrivò Lori, anche lei di sette anni, vittima di traumi cerebrali come risultato di abusi fisici. Quindi arrivò Tomaso, dieci anni, che si era occupato di altre persone e questo lo aveva ferito così tanto che era deciso a ferire gli altri e a far sì che lo odiassero. Infine arrivò Claudia, la ragazzina dodicenne dell'alta borghesia, brillante e capace che aveva dovuto lasciare la sua scuola privata cattolica quando si era scoperto che era incinta.

Questo è un libro per tutti coloro che si preoccupano di ciò che avviene nella mente e nel cuore dei bambini. - Mary Kenny

Note dell'autrice:
Questo è il libro si chi Torey su cui non riesce a tornare e le è impossibile rileggere. È stato scritto molto rapidamente, circa 20 pagine al giorno, e dato che quando lo scriveva era molto impegnata con una classe vera, Torey non si è presa molto tempo per riesaminarlo. Dice che adesso non riesce a rileggerlo perché "è scritto davvero piuttosto male" e questo secondo lei rovina la storia. Torey confessa che un'altra ragione per la quale non riesce a rivedere e rileggere FIGLI DI NESSUNO è che "è un po' un libro di vendetta" che esprime le sue frustrazioni verso l'insegnante descritta come Edna nel libro e nei riguardi della legislazione.
"Probabilmente sarebbe stato un libro migliore se io solo fossi stata un po' meno arrabbiata quando l'ho scritto", dice.


Tutti i bambini hanno adesso circa trent'anni.

Boo vive da solo senza la sua famiglia, anche se in un'istituzione protetta e ha ancora bisogno di assistenza 24 ore al giorno.

Claudia è adesso sposata e madre di quattro bambini. Lavora come psicologa infantile. Non ha voluto fare commenti per questa pagina.

Torey ha perso le tracce di Tomaso e non ha più saputo nulla di lui dall'articolo di giornale riportato nell'epilogo di FIGLI DI NESSUNO.

Lori è adesso sposata e madre di due bambini. Ha mandato ai lettori il seguente messaggio:

Voglio ringraziare tutti quelli che si sono interessati a ciò che ci accadde. Io sto benissimo. Ho accettato Gesù come mio salvatore quando avevo diciotto anni e ho incontrato alla facoltà biblica e sposato mio marito Micahel due anni dopo. Lui adesso lavora come pastore e io lavoro con lui nella chiesa. Abbiamo due magnifiche bambine, Chelsea, 8 anni and Darcy, 5.

Saluti a tutti voi.
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il dom ott 22, 2006 8:36 pm

Immagine

Come in una gabbia

Il suo nome era Kevin, ma quelli che si occupavano di lui lo chiamavano Zoo Boy. Non parlava, si nascondeva sotto i tavoli e si circondava di una gabbia di sedie. Non era mai uscito dall'edificio in cui si trovava nei quattro anni da quando era arrivato. Aveva paura dell'acqua e non voleva farsi la doccia. Aveva paura a mettersi nudo e a cambiarsi d'abito. Aveva quasi 16 anni.

Nel disperato tentativo di veder cambiare il ragazzo, lo staff dell'istituto per la cura degli adolescenti di Kevin chiamò la Hayden. Mentre lei leggeva per lui e lo incoraggiava a leggere, infilandosi nella sua gabbia di sedie con lui, Kevin parlava. Poi cominciò a disegnare e dipingere e si dimostrò sveglio e intelligente, manifestando al contempo un odio feroce e mortale per il suo patrigno.

La Hayden scrive in modo molto gradevole. Anche se Kevin doveva incutere molta paura, lui raramente ne fa a lei e questo non è sicuramente un libro che fa paura. Tutti abbiamo bisogno di rassicurazione e in questo mondo disastrato, l'amore funziona ancora. Possiamo guarirci a vicenda, se stiamo ad ascoltare.


Christina Robb

Note dell'autrice:
”Nel periodo in cui si occupava di Kevin, Torey ha lavorato anche con Sheila e Jadie.

COME IN UNA GABBIA è rimasto il libro preferito di Torey per molti anni. "Sentivo di aver trovato la mia voce narrante in COME IN UNA GABBIA" dice. "La mia giovinezza appariva un po' troppo in UNA BAMBINA e avrei riscritto completamente FIGLI DI NESSUNO, se avessi potuto."

Torey ha perso le tracce di Charity.

Kevin che ha adesso circa trent'anni, conduce una vita adulta piena e soddisfacente. Ha mandato il seguente messaggio ai lettori:

Ciao. Io sono il Kevin del libro di Torey, COME IN UNA GABBIA e vorrei dirvi che adesso le cose per me vanno bene. Ho fatto la maturità e poi sono andato al college della mia città per due anni, dopo di che ho trovato un lavoro in ospedale che tuttora conservo. Mi piace molto.

Mi sono sposato con Sue dopo il college e abbiamo un meraviglioso bambino di nome Daniel. Lui è la cosa più importante della mia vita e io cerco di essere un buon padre per lui. È un bambino felice che ama il baseball, quindi credo proprio che siamo dei buoni genitori per lui.
Jeff è adesso sulla cinquantina. Vive ancora in California e continua il suo lavoro di psichiatra.
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il dom ott 22, 2006 8:43 pm

Immagine

Una di loro

Il libro di Torey Hayden "Una di loro" non è solo un altro libro. Anche se ogni pagina rivela i misteri dei disturbi emotivi, del sesso, alcolismo, della violenza e del crimine di ogni dimensione, il lettore esce da questa esperienza convinto che il mondo può essere pieno d'amore, di tenerezza, di calore e di ordine. Le etichette diagnostiche sui sei bambini di questa storia - mutismo elettivo, schizofrenia, autismo, ritardo mentale - dicono poco dell'orrore di queste personcine che non parlano, che fanno funzionare l'intestino a caso, che urlano e si masturbano contro le gambe delle sedie. Eppure ci facciamo coinvolgere intensamente da come e quando si trasformeranno.

E come non bastassero i sei ragazzini, sulla scena arriva un genitore disturbato. È Ladbrooke, la mamma dell'autistica Leslie, terribilmente elegante, seducente, sfavillante di bellezza, ma anche alcolista, dedita alla promiscuità e silenziosamente ostile.

Il cuore nevralgico di questa storia è l'amicizia che si sviluppa tra Ladbrooke e Torey che ci ricorda che l'amore può assumere molte forme. Ladbrooke vuole solo essere "una di loro" nella classe. Il titolo colloquiale indica subito la morale di questa storia: la vita si realizza più pienamente quando ci si relaziona e ci si impegna con gli altri. E questo notevole resoconto dell'insegnante convince il lettore che uno dei compiti più difficili nell'educazione, un compito non molto tempo fa considerato senza speranza, può essere ricco e molto remunerativo dal punto di vista creativo
New York Times Book Review

Note dell'autrice:
Torey non intendeva mettersi a scrivere di Ladbrooke in UNA DI LORO. Voleva scrivere dei bambini e includere Ladbrooke solamente nella sua qualità di assistente nella classe. Ma, man mano che il libro procedeva, Torey fu sorpresa nel rendersi conto che era diventata la storia di Ladbrooke. Allarmata per il fatto che gli editori avrebbero potuto non gradire questa deviazione rispetto al progetto che avevano comprato, presa dal panico ha inviato per posta le 250 pagine del manoscritto incompleto al suo editor per Natale di quell'anno per sapere se avrebbe dovuto andare avanti o meno. Fortunatamente a tutti è piaciuta la "storia che si scriveva da sola".

Dove sono adesso?
Dirkie è adesso sulla trentina. Non è in grado di vivere da solo, quindi vive in un'istituzione protetta che gli ha anche fornito un lavoro.

Torey ha perso le tracce di Mariana.

Leslie è vicina ai trent'anni. Si è sviluppata bene anche se è ancora gravemente autistica e questo significa che non è in grado di vivere da sola. Per cui, è rimasta a casa con Tom, ma si è adattata bene e ama la vita. Tom si è risposato.

Ladbrooke sta bene. Lei e il suo secondo marito hanno divorziato circa cinque anni fa. Vive con la figlia minore, che adesso ha 15 anni, nel New England dove fa la professoressa in un piccolo college. Lei e Torey sono rimaste molto amiche. Quando glielo ha chiesto, ha declinato l'invito di dare un contributo a questa pagina, ma vi ringrazia tutti per l'interesse che le persone hanno mostrato per la sua vita e per il suo benessere e augura a tutti di continuare ad amare i libri.

Torey ha perso le tracce di Geraldine, a parte sapere che è ancora nell'Irlanda del Nord.

Shamie ha adesso circa trent'anni. È tornato a vivere in Irlanda del Nord e lavora come impiegato statale.

Shemona ha circa trent'anni. È rimasta negli USA. Ha lavorato nel campo delle pubbliche relazioni, ma recentemente è passata all'insegnamento. Manda il seguente messaggio ai lettori:

Ciao. Vi scrivo solo per dirvi che sto bene e che la mia vita scorre bene. Ho appena preso un master in educazione, ci credereste? Insegno ai bambini di terza e mi piace davvero molto. Il mio ragazzo e io speriamo di sposarci la prossima primavera. C'è un altro amore nella mia vita: un gattino birmano di sei mesi di nome Ronnie.

Grazie per il vostro interesse.
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il dom ott 22, 2006 8:48 pm

Immagine

Una bambina e gli spettri

Come nuova insegnante in una cittadina del Midwest, Torey incontra Jadie, una bambina di otto anni così ferita dagli eventi della sua vita da credere di essere un fantasma.

Tra Torey e la bambina cresce una relazione fragile, dagli equilibri delicati, ma più Torey si sforza di svelare il mistero del dolore di Jadie, più la storia della bambina diventa spaventosa. Le cose che racconta a Torey, siano esse oscure o decisamente scioccanti, portano a una serie di indizi di un vero giallo tinto di paura e fantasia. Più Torey apprende, più il puzzle della vita di Jadie al di fuori della scuola si fa complicato.
Le preoccupazioni della bambina rispetto a strani simboli e atti sessuali perversi sembrano indicare un'interpretazione che Torey non è tanto disposta a riconoscere. È possibile che Jadie sia vittima di abusi rituali? O di abusi sessuali spaventosi? O si tratta dell'immaginazione malata di una bambina gravemente disturbata?

Con la sua inimitabile miscela di compassione, insight e superbe doti narrative, Torey Hayden ancora una volta mostra il potere dell'amore e la capacità di resistenza dello spirito umano. Narrata con onestà e umanità, UNA BAMBINA E GLI SPETTRI è al contempo un resoconto molto profondo dei problemi che si incontrano quando si sospettano abusi infantili e una storia di orrore psicologico assolutamente avvincente.

Note dell'autrice:
Scrivendo UNA BAMBINA E GLI SPETTRI il tema che Torey voleva affrontare specificamente era la difficoltà che i professionisti incontrano nell'interpretare i disturbi del comportamento. All'epoca in cui ha scritto UNA BAMBINA E GLI SPETTRI, era preoccupata per tutte le persone che si imbarcavano in strane avventure, come gli abusi satanici e rituali e i disordini multipli di personalità e quindi voleva dimostrare quanto fosse difficile dal punto di vista dei professionisti stabilire esattamente che cosa stava capitando - e quanto fosse facile nella diagnosi lasciarsi influenzare dalle proprie inclinazioni personali.

UNA BAMBINA E GLI SPETTRI è stato il primo libro che gli editori hanno rispedito a Torey perché lo riscrivesse. La fine poco chiara non piaceva. Ma poiché è una storia vera, Torey ha trovato difficile trovare una fine più adeguata. Il problema è stato risolto introducendo un lungo epilogo che è stato riscritto quindici volte prima di essere accettato.

UNA BAMBINA E GLI SPETTRI sarebbe poi diventato il secondo libro più popolare di Torey dopo UNA BAMBINA. Ha raggiunto la classifica dei libri più venduti in cinque paesi.
Torey ancora non è sicura di che cosa sia realmente accaduto a Jadie.


Dove sono adesso?
Hugh è adesso sulla cinquantina. È rimasto single e non ha figli. Attualmente vive in Canada.
Jadie ha quasi trent'anni e sta facendo un dottorato in letteratura inglese medievale. Le è ancora difficile parlare della sua infanzia.
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il dom ott 22, 2006 8:53 pm

Immagine

La figlia della tigre

Quando la Hayden incontrò per la prima volta Sheila, la bambina si rifiutava di parlare e il suo unico modo di comunicare era attraverso esplosioni di comportamento violento e distruttivo.

Dopo cinque mesi intensi, la Hayden riuscì a fare breccia nelle difese di Sheila e lottò con successo perché fosse ammessa in una classe regolare.

La Hayden non rivide più Sheila fino a che questa aveva 13 anni. Con grande stupore della Hayden, Sheila ricordava molto poco degli straordinari momenti passati assieme. Man mano che la Hayden procede a riallacciare la relazione con l'adolescente Sheila, i ricordi lentamente riemergono, portando con sé sentimenti di abbandono e ostilità.

LA FIGLIA DELLA TIGRE può sembrare un libro un po' cupo perché nel complesso sicuramente la vita di Sheila non è stata leggera e lieve. Tuttavia, è anche sorprendentemente confortante perché la storia di Sheila è anche una storia di perseveranza. Ogni pagina spinge il lettore a chiedersi che cosa capiterà a questo punto e ad augurare a Sheila e a Torey tutto il bene possibile.

Mae Woods Bell - Stacey McArthur


Note dell'autrice:
Torey, in origine, non voleva scrivere il seguito di UNA BAMBINA. Quando UNA BAMBINA è stato pubblicato, il suo editor pensava che la vita di Sheila dopo aver lasciato la classe di Torey era così triste che sarebbe stato meglio non dire più nulla. Anche Torey sentiva che sarebbe stato difficile scrivere il seguito di UNA BAMBINA perché quel libro era stato "una sorta di fiaba" e aveva dato al lettore l'impressione di "e vissero tutti contenti". Un seguito avrebbe reso "la vita reale troppo evidente".

Alla fine ha scritto LA FIGLIA DELLA TIGRE per rispondere a una provocazione di Sheila che scherzosamente le aveva detto che non ci sarebbe mai riuscita.
Dove sono adesso?
Sheila dice che le "piace di più LA FIGLIA DELLA TIGRE, perché è molto meglio essere onesti."


Hugh è adesso sulla cinquantina. È rimasto single e non ha figli. Attualmente vive in Canada..
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda ebre il mar ott 24, 2006 4:11 pm

[font=Comic Sans MS]Nadia. conosco questa insegnate/ scrittrice, ho letto, anzi divorato e riletto due dei suoi libri: Una bambina e La figlia della Tigre che è poi il seguito.

Una bambina è un libro veramente stupendo. A volte si fa fatica a credere che sia una storia vera. Alcuni episodi sono raccontati in modo crudo mettendo in risalto e in contrasto, crudeltà ,sensibilità e amore che si possono avere nei confronti di una bambina. Torey, secondo me, è stata molto di più di un'insegnate per Sheila trasmettendole umanità amore e coraggio. Amore coraggio e "normalità" che si ritrovano poi ne "La Figlia della Tigre" dove incontriamo una Shila adoloscente che, affrontando prolemi non proprio tipici dell'età, in alcuni casi, appare antipatica e insopportabile...(considerando il suo passato si riesce, però a capirla e giustificarla). Sono sincera non so se sarei riuscita ad essere paziente come Torey. :$

Sono due libri davvero da consigliare. Belli ,ben raccontati, trasmettono l'amore senza smancerie. [/font]
Avatar utente
ebre
Amministratore


Messaggi: 602
Iscritto il: dom gen 30, 2005 2:35 am
Località: Brescia

Messaggioda Seb86992 il mar ott 24, 2006 4:27 pm

:$
Avatar utente
Seb86992
Amico del forum


Messaggi: 77
Iscritto il: gio mag 04, 2006 12:20 pm

Messaggioda ebre il mar ott 24, 2006 4:29 pm

Come mai quel faccino seb?
Avatar utente
ebre
Amministratore


Messaggi: 602
Iscritto il: dom gen 30, 2005 2:35 am
Località: Brescia

Messaggioda birillino8 il mar ott 24, 2006 5:26 pm

Io ho letto anche gli altri,e sono stupendi...sarà per l'umanità che questa donna riesce a mettere nel suo lavoro,sarà per i casi particolari di cui tratta,ma rimane unica per me,e lo dice una che ama il grande Stephen King,di cui parlerò più avanti sempre che la cosa interessi. :$
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda juventina1978 il mar ott 24, 2006 9:48 pm

[font=Comic Sans MS]Devo essere sincera che non conosco questa scrittrice, :$ ma da come ne parlate dei suoi libri deve essere davvera molto coinvolgente. :) Devo provar a cercar questi libri e leggerli se ce la faccio, perchè non capisco come mai, s? prima leggevo molto, ora sembra che non ne abbia più il tempo!!! :( [/font]
Immagine Immagine
Avatar utente
juventina1978
Moderatore


Messaggi: 2157
Iscritto il: gio feb 03, 2005 3:02 pm


Torna a Opere e autori

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group