Pagina 1 di 1

Salvatore Quasimodo

MessaggioInviato: mer mag 31, 2006 9:50 pm
da Ospite
ISOLA

IO NON HO CHE TE
CUORE DELLA MIA RAZZA.
DI TE AMORE M'ATTRISTA,
MIA TERRA, SE OSCURI PROFUMI
PERDE LA SERA D'ARANCI,
O D'OLEANDRI, SERENO,
CAMMINA CON ROSE IL TORRENTE
CHE QUASI N'E' TOCCA LA FOCE.

MA SE TORNO A TUE RIVE
E DOLCE VOCE AL CANTO
CHIAMA DA STRADA TIMOROSA
NON SO SE INFANZIA O AMORE,
ANSIA D'ALTRI CIELI MI VOLGE,
E MI NASCONDO NELLE PERDUTE COSE.

MessaggioInviato: mer lug 12, 2006 10:03 pm
da juventina1978
S'ODE ANCORA IL MARE

Già da più notti s'ode ancora il mare,
lieve, su e giù, lungo le sabbie lisce.
Eco d'una voce chiusa nella mente
che risale dal tempo; ed anche questo
lamento assiduo di gabbiani: forse
d'uccelli delle torri, che l'aprile
sospinge verso la pianura. Già
m'eri vicina tu con quella voce;
ed io vorrei che pure a te venisse,
ora, di me un'eco di memoria,
come quel buio murmure di mare.