Pagina 1 di 1

SALVATORE DI GIACOMO

MessaggioInviato: gio giu 28, 2007 12:03 am
da birillino8
[align=center]PIANEFFORTE ‘E NOTTE

SALVATORE DI GIACOMO



Nu pianefforte 'e notte

sona, luntanamente,

e 'a museca se sente

pe Il' aria suspirà.

È ll'una: dorme 'o vico ncopp' a sta nonna nonna

e nu mutivo antico

'e tanto tiempo fa.

Dio, quante stelle ncielo!

Che luna! E c'aria doce!

Quanto na bella voce

vurria senti' cantà!

Ma sulitario e lento more

'o mutivo antico;

se fa cchiu cupo 'o vico

dint'a ll'oscurità.

Ll'anema mia surtanto

rummane a sta fenesta.

Aspetta ancora. E resta

ncantànnose, a penza'.
[/align]