LA MAGIA DELLE CANDELE

  Moderatore: birillino8

 
Avatar utente
birillino8 Non connesso
Moderatore
 
Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 » sab nov 17, 2007 3:30 pm

[align=center]Il viaggio astrale[/align]

Ogni cosa creata ( gli esseri umani,gli animali,le piante,ecc)non è costituita soltanto dalla sua parte visibile,cioè dalla forma del copo,ma soprattutto da elementi invisibili che svolgono,rispetto alla parte materiale o fisica,un ruolo importantissimo nel suo soggiorno sulla Terra.Tutte le tradizioni esoteriche concordano nel riconoscere che ogni essere- parliamo dell'Uomo,per esempio - è diviso in quattro elementi:1 - il corpo;2 - il "doppio" del corpo;3 -l'Anima;4 - l'"essenza" o "soffio vitale".
Il corpo è la parte materiale che tutti possiamo vederee che,in se stesso,non possiede nè forza,nè attività.Il "doppio" del corpo è formato da un materiale tenue,sottilissima ma reale,anche se la sua percezione normalmentesfugge agli occhi della maggior parte delle persone comuni;nel "doppio"si trovano tutte le energie fisiche.
L'Aima è la personalità affettiva:essa possiede le energie psichiche.
L'"essenza",o "soffio vitale",è un'emanazione dello spirito divino,la parte con la quale l'Uomo è in grado,se l vuole,di comunicare con la divinità.
A noi,per fare l'esperienza del viaggio astrale per mezzo della magia delle candele,interessa studiare il "doppi",ben noto agli antichi Egiziani e da essi chiamato Kha.I doppio,o "corpo astrale",è la rappresentazione esatta del corpo fisico ma,a differenza di questo,è composto da una materia molto più sottile e non è sottopsto alle stesse leggi naturali.
E' la parte fluidica dell'individuo,una proiezione colorata ma aerea di noi,che ci riproduce perfettamente nei tratti maschili o femminili,giovani,adulti o anziani.E' nel Ka,che i moderni occultisti chiamano anche "perispirirto",che agiscono i poteri psichici:ogni azione su esso prodotta si ripercuote sul corpo fisico.Inoltre non ha soltanto una forma,ma agisce e si manifesta in determinate circostanze:soffre,ama,odia,poichè è accessibile a certe azioni fisiche e psichiche.I saggi dell'antichità lo consideravano,con ragione,come una persona vivente:nei geroglifici è sovente rappresentato dietro il corpo fisico,con le identiche fattezze del corpo,cui è sempre in intima comunicazione e che non abbandona mai:ha gli stessi bisogni,prova le stesse sensazioni.Fondamentalmente,è "unaparte molto lontana del cielo e soltanto la potenza della magia consente di raggiungerlo".
Con questa introduzione all'argomento intendiamo dire che il corpo astrale può lasciare temporaneamente il corpo fisico e viaggiare,specie durante il riposo notturno,alla velocità della luce ed esplorare ogni remoto angolo del mondo materiale e spirituale,come altri "piani" dell'esistenza e dell'Universo,insieme a tutto ciò che vi si trova.
Per realizzare questa meravigliosa esperienza,peraltro molto semplice,dovete disporre di una candela astrale (le cui dimensioni non hanno importanza)di colore viola,in analogia con le influenze di Nettuno,pianeta che governa il segno dei Pesci,e con quelle di Asariel,l'arcangelo che presiede al piano astrale,alle cose misteriose,al mondo della psiche.
Se la fase lunare ha qui un'importanza relativa,dovete tuttavia fare in modo che l'astro si trovi in due segni di Acqua propizi,cioè Cancro e Pesci(scartate lo Scorpione,dove la Luna è generalmente avversa):avete così due giorni di seguito,due volte ogni mese,per il viaggio astrale(perchè il transito lunare in un segno dello zodiaco dura circa due giorni e mezzo).Questa scelta ha una reale importanza se non volete lasciare nulla al caso e se intendete evitare un'esperienza deludente o complessa.
In un angolo della vostra camera da letto preparate l'altare e gli accessori (bruciaprofumi,incenso,candeliere )come descritto precedentemente.Non dimenticate di purificarvi,nè di santificare e ungere la candela.Accendetela con consapevolezza e rivolgete una semplice invocazione ad Asariel,simile a questa:
"Arcangelo Asariel.Signore delle nebbie,che governi i piani astrali che si trovano oltre le stelle del cielo,fammi vedere questa notte,in sogno,il posto (o la persona) che desidero visitare con il mio corpo astrale!".
Portate la massima attenzione alle parole che pronunciate,e subito dopo scrivete su un pezzo di carta bianca il nome del luogo (o della persona) che desiderate visitare nel viaggio notturno.
Piegatele in tre e mettetelo sotto il cuscino.Coricatevi e addormentatevi,lasciando bruciare completamente la candela.
Nella notte,sicuramente sognerete quello che avete materializzato,cioè scritto,sul catalizzatore che,il mattino seguente,dovete bruciare e poi sotterrare insieme a tutti i residui.
Immagine
 

 
Avatar utente
birillino8 Non connesso
Moderatore
 
Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 » mer nov 21, 2007 3:01 pm

[align=center]La previsione del futuro[/align]

La divinazione del passato,del presente e dell'avvenire è innegabilmente,per ogni essere,un'esperienza affascinante e unica.Una forma di divinazione tra le più semplici è proprio quella che potete eseguire con una candela magica.Poichè dovete servirvi dell'appoggio e dell'intercessione degli spiriti che regnano sulla chiaroveggenza,ricordate che per questo rito dovete necessariamente rivolgervi:
-all'arcangelo Gabriel,che favorisce tutte queste operazioni;
- al Genio dell'elemento liquido,l'Acqua (che è in analogia con il passato e con il futuro),ovvero a Niksa,il re delle Ondine,anch'egli figlio di Horus,"il dio dalla Testa di Falco"(nella dimensione che è posta tra il mondo visibile e quello invisibile,Niksa si può presentare,come le acque primordiali,sotto un aspetto fluido,fluttuante,mutevole);
-al Genio del vero e proprio elemento della candela,il Fuoco,cioè Djinn,il re delle Salamandre,che è in parte spirito e in parte molte altre cose.
Procuratevi una candela "da offertorio" del colore lunare,il bianco.Scegliete la fase ascendente della Luna,cioè i quattordici giorni circa del Novilunio,e programmate di agire un lunedì notte.
Nello studio o nel salotto della vostra casa,o nell'occulum,in ogni caso in una stanza priva di ogni pur minimo soffio d'aria,preparate l'altare secondo le regole,senza dimenticare l'incensiere e tutto il resto,come avete appreso nelle precedenti operazioni.
Verso la mezzanotte,purificatevi con cura(bagno o lavaggio delle mani),sempre con consapevolezza di ciò che fate,poi indossate un abito pulito e comodo.Avvicinatevi all'altare,accendete il carboncino e cospargetelo di incenso speciale;sul fumo che si produce purificate prima le mani e dopo la candela magica.Su essa incidete le vostre iniziali,concentrandovi sul desiderio di ottenere una buona veggenza;dovete percepirne la forza come una parte integrante di voi.Poi ungetela con l'olio apposito,con attenzione e delicatezza,parlandole con amore,e inseritela su un candeliere orientato a Ovest.Accendetela,sempre con un accendino a gas.Eliminate ogni altra fonte di luce.
Aggiungete incenso sul carboncino,affinchè le sue magiche esalazioni siano in grado di trasportare con maggior facilità il vostro desiderio nel cosmo.Volgetevi verso Ovest,il punto cardinale in cui regna Gabriel,e richiedetene l'aiuto insieme a quello dei due Geni sopra citati,per mezzo di uno scongiuro,pronunciato in modo vibrante,pressappoco simile a questo:"Arcangelo Gabriel,che presiedi a tutte le operazioni della vera veggenza,io....(il vostro nome e cognome)ti scongiuro di essere questa notte il mio servo e la mia guida!".
Imponete le mani sulla candela e dite;"candela magica,creatura di cera,simbolo di Luce di Vita,in nome dell'arcangelo Gabriel,in nome di Niksa,in nome di Djinn,in nome dell'eggregoro dei veri Maghi dell'antichità,ti scongiuro di essere il mio magistellius,perchè ti ordino di ubbidire ai miei voleri e di mostrarmi i segni del passato,del presente e del futuro!"
Date ordine che l'arcangelo e i Geni rispondano in modo preciso alle domande,o vi diano dei consigli,"si" o "no",in merito ai vostri problemi.Osservate intensamente la fiamma per pochi secondi,chiudendo gli occhi appena si affaticano (questo per non riportare danni alla vista).Osservate come essa si alzi e si abbassi,seguitene il movimento,sempre pronunciando i nomi dell'arcangelo e dei Geni.Formatevi una convenzione mentale.se la fiamma si innalza in modo vivace,allegro,gagliardo,la risposta alla vostra domanda (una alla volta!) è senz'altro affermativa;se invece si abbassa tremolante e opaca,vi segnala un no deciso.
Agite in questo modo,perchè vi servite del subconscio personale per le risposte:riportatele su un quaderno,al fine di verificarne l'esattezza nel tempo.
Non prolungate troppo l'esperienza:una mezz'ora è più che sufficiente,in caso contrario rischiereste di confondervi lo spirito,come sempre accade quando si intende abbondare in tutte le cose.Alla fine del rito,ringraziate e congedate Gabriel,Niksa e Djinn,poi spegnete la candela,mettetela in un foglio di carta insieme ai residui del carboncino e dell'incenso e,come sempre,sotterratela al più presto.
Immagine
 

 
Avatar utente
birillino8 Non connesso
Moderatore
 
Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 » lun dic 10, 2007 10:04 pm

[align=center]Rituale dell'amore[/align]

Per attirare l'amore di un uomo o di una donna,progettate il rituale nela fase lunare che maggiormente dinamizza il vostro fine;la Luna Nuova,o Novilunio (Luna ascendente).
Scegliete sempre un giorno di Venere,dunque un venerdì.Procuratevi le candele indispensabili;una bianca e una nera "da altare";poi una candela"astrale" in sintonia con il vostro segno zodiacale,una candela di colore in sintonia con il segno di nascita della persona di cui volete ottenere il lecito amore(se non lo conoscete orientatevi sempre su una candela del colore universale,il bianco);e infine una candela rosa,il colore venusiano.Dovete anche disporre del bruciaincenso,di una Bibbia,di due ciotole che conterranno l'acqua sacralizzata e il sale,e naturalmente di una bussola,per orientarvi correttamente.Parti integranti sono anche la nappa d'altare e l'altare vero e proprio,il temperino (o "pugnale rituale") e l'accendino.
Stabilite di incominciare il rito in un momento di assoluta tranquillità;non dovete essere assolutamente disturbati,nè dovete interrompervi per nessun motivo,perciò cercate di agire nella notte,il "periodo delle tenebre" in cui il soggetto che intendete influenzare è maggiormente ricettivo.Egli ,infatti,all'incirca dalla mezzanotte in poi,è probabilmente tra le braccia di Morfeo e pertanto il suo "doppio" è impressionabile,in modo occulto,in misura decisamente maggiore.
Purificatevi almeno le mani.Su un tavolo sgombro da ogni oggetto non attinente al rito,disponete l'altare , sopra,la nappa.Cercate il Nord con la bussola;a Est mettete la candela "da altare" bianca,a Ovest quella nera;formate un immaginario triangolo equilatero,con un vertice rivolto verso Nord,direzione in cui dovete porre la candela astrale rosa.Mettete la vostra candela astrlae a Ovest e quella che rappresenta l'altra persona a Est(l'uso di candelabri non è necessario).Ancora Est,sopra la candela da altare bianca,ponete il bruciaincenso,il carboncino e l'incenso speciale.A Oves,sopra la candela astrale nera,una ciotola contenente acqua pura.A Nord,una coppetta colma di sale marino;a Sud la Bibbia,aperta alla pagina in cui inizia il Vangelo secondo Giovanni.
"Nel principio era la Parola,e la Parola era con Dio,e la Parola era Dio.Essa era nel principio con Dio.Ogni cosa è stata fatta per mezzo di lei;e senza di lei neppure una delle cose fatte è stata fatta.In lei era la vita;e la vita era la luce degli uomini;e la luce splende nelle tenebre,e le tenebre non l'hanno ricevuta".
Pronunciate con maggior vigore e con estrema convinzione"e la luce splende nelle tenebre",poichè il motto di ogni vero occultista è proprio "Ex tenebris ad Lucem"("dalle tenebre conducimi alla Luce",come insegna Julien Lee,uno dei rari Maestri della moderna Magia).Aggiungete altro incenso.Innalzate nuovamente le braccia verso il cielo,sempre in direzione dell'Est,e invocate Anael,l'arcangelo che presiede a ogni operazione d'amore:
"Anael,arcangelo dell'amore,in questa notte dà potere alla mia operazione magica con la fiamma di questi ceri!Guidami lungo il cammino della verità e della gioia!Aiutami in modo che le forze del male non possano ostacolare i miei passi!"
Subito dopo,sempre con le braccia protese verso l'infinito,lanciate un appello alla dea dell'amore,Venere,dicendo:
"Dolcissima Venere,Signora dell'Amore,da questo istante il cuore di....(il nome e il cognome delle persone che desiderate conquistare o legare a voi) brucia di passione per me!I suoi occhi sono pieni di desiderio,il suo corpo si consuma in estasi d'amoe che non ha mai provato!Dolcissima Venere,Signora dei piaceri,uniscimi a...in un sacro legame d'amore,bandisci i suoi dubbi,la sua indecisione,l'indifferenza,il pudore!"
Adesso visualizzate la persona che è oggetto del rituale come desiderate vederla accanto a voi,cioè in un comportamento e in alcune pose sensuali.Ripetete nuovamente l'appello a Venere.
Lasciate bruciare a lungo le candele,almeno una mezz'ora,continuando a visualizzare quello che volete fermamente ottenere,senza trascurare di alimentare il bruciaincenso,consapevoli che gli aromi che spande trasportano nel cosmo la vostra forza-pensiero e tutta l'energia che scaturisce dal rituale.
Ringraziate Anael e Venere,congedateli con garbo,poi spegnete tutte le candele,una alla volta,con attenzione.Gettate via l'acqua,ma conservate il sale per un altro rituale.Riponete la Bibbia.Raccogliete in un foglio di carta tutti i residui(fate attenzione a non bruciarvi con ciò che resta del carboncino),comprese le gocce di cera cadute sulla nappa,poi sotterrateli con la massima segretezza.
Attendete serenamente gli effetti del rituale e soprattutto non scoraggiatevi se essi non si presentano nel giro di tre-quattro settimane:piuttosto,ripetete il rito appena possibile,sempre con entusiasmo e convinzione,perchè è scritto "Labora et invenies....".
Immagine
 

 
Avatar utente
birillino8 Non connesso
Moderatore
 
Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 » mer dic 19, 2007 2:56 pm

[align=center]Rituale del lavoro[/align]

Programmate il rituale scegliendo la fase lunare ideale per attirare (la clientela,il lavoro,l'impiego,o migliorarne le condizioni),cioè la Luna Nuva.Il giorno deve essere quello di mercurio,dio che presiede all'attività,dunque un mercoledì.Agite di preferenza in un'ora diurna,per esempio tra le 12h 30' e le 13h 30',oppure tra le 15 e le 16,in modo da approfittare di influssi luminosi.Provate alcune volte "la parte",con cura.
Oltre agli accessori descritti nel rituale dell'amore,procuratevi una candela bianca e una nera tipo "da altare",e due "astrali",una di colore mercuriano (in questo caso marrone)e una del colore in analogia con il vostro segno zodiacale.
Una volta prossimi al momento ideale per incominciare i rituale,lavatevi le mani e preparate l'altare,ponetevi sopra la nappa e su di essa mettete:
-a Est la candela da altare bianca;
.a Ovest quella nera;
-a Nord la candela astrale di Mercurio;
-a Sud la vosra candela astrale.
A Est,accanto alla candela astrale,ponete il bruciaprofumi,il carboncino e l'incenso;a Ovest,la ciotola d'acqua;a Nord,la coppetta di sale marino;a Sud la Bibbia,aperta alla pagina in cui inizia il Vangelo secondo Giovanni.
Accendete il carboncino e gettatevi sopra qualche pizzico di incenso speciale.Volgetevi verso Nord,direzione in cui dovete mantenervi durante tutto il rituale.Sul fumo dell'incenso purificate prima le mani e poi,una alla volta,tutte le candele;rimettetele sull'altare,nelle giuste direzioni.
Con il temperino,incidete le vostre iniziali sulla candela che vi irappresenta;sulla candela marrone incidete il simbolo di Mercurio(un cerchio posato su una croce,con una mezza luna sopra Immagine).
Alimentate l'incensiere.Con l'olio speciale ungete una candela alla volta,concentrandovi sullo scopo del rituale;rimettetele tutte sull'altare,nella posizione originaria.
Con l'accendino,accendete prima la candela bianca,poi nell'ordine,quella nera,quella di mercurio e la vostra.Se operate di notte,spegnete la luce elettrica.Da questo momento non dovete interrompere il rito per nessun motivo,nè essere disturbati.Innalzate le braccia al cielo,verso Nord,e leggete con attenzione,con un tono di voce normale,il prologo del Vangelo secondo Giovanni(riportatevi al precedente rituale).
Aggiungete altro incenso,innalzate nuovamente le braccia verso Nord e invocate Raphael,l'arcangelo di Mercurio:
"Raphael,arcangelo di ogni attività,in questo giorno dà potere alla mia operazione magica!Gradisci questo rito,questa luce,gli aromi soavi che si innalzano a te!Poichè chiedo il tuo aiuto per....(dite quello che volete,in merito alla vostra professione,al commercio,al lavoro)!Raphael,guidami verso il cammino del successo,guidami verso la tua luce!"
Aggiungete ancora dell'incenso,poi cercate nella Bibbia il Salmo 11 di Davide,che inizia "Io mi confido nell'Eterno" e leggetelo con voce ferma e con grande attenzione,consapevoli dell'importanza che ha il Verbo in magia.
Continuate,nei cinque-dieci minuti seguenti,a visualizzare la realizzazione del vostro desiderio connesso con la professione.Cercate di vedervi appagati e felici.Subito dopo invocate l'aiuto di Mercurio,ponendo così il suggello definitivo all'operazione,tenendo presente che i suoi influssi,i suoi poteri,agiscono velocemente(questo è il modo migliore per ottenere un rapido risultato):innalzate le braccia al cielo e dite:
"Mercurio,dio del commercio,Piede Alato,ascoltami!Oggi invoco il tuo aiuto sublime affinchè il mio desiderio.....(dite ciò che vi sta a cuore,sempre in merito all'attività)sia rapidamente esaudito!Corri per me nell'Universo,o Mercurio,e dammi quello che voglio giustamente ottenere!"
Abbassate le braccia,aggiungete ancora un pò di incenso:lasciate bruciare le candele per una decina di minuti,continuando a visualizzare ciò che volete fermamente ottenere.
Ringraziate Raphael e Mercurio,congedateli nel solito modo,poi spegnete le candele una alla volta,immaginando ad ogni soffio che spazzate via i problemi che vi affliggono.Riponete le Bibbia e gli accessori.Gettate l'acqua e mettete il sale nel suo contenitore;anche se il ruolo di questi due elementi sembra secondario,lo è solo in apparenza,poichè essi rappresentano,nel rituale,i quattro elementi indispensabili in magia,insieme al fuoco(le candele) e all'Aria (la fumigazione dell'incenso).
Raccogliete in un foglio di carta tutti i residui,come nel precedente rituale,e sotterrateli al più presto.
Lasciate agire l'invisibile per almeno ventotto giorni,senza impazienza.
Immagine
 

 
Avatar utente
birillino8 Non connesso
Moderatore
 
Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 » sab gen 19, 2008 3:40 pm

[align=center]Rituale per vincere al gioco[/align]

Programmate il rituale e provatelo almeno due o tre volte nei giorni che precedono il "momento fausto" che dovete come sempre programmare con cura.Fase lunare:Luna Nuova(l'astro è particolarmente favorevole se è in transito in Saittario:nel nono segno dello zodiaco,la Luna raddoppia le potenzialità di riuscita).Giorno:venerdì,quello della Piccola Benefica.Venere (anche se alcuni Autori non trascurano le influenzedi Mercurio,dunque potete anche agire di mercoledì;in qu aso,al posto della candela verde impiegatene una dicolore giallo e invocate raphael anzichè Anael).
Oltre agli accessori,dovete disporre delle solite due candele "da altare",bianca e nera,e di tre candele "astrali":una vede(Venere),una arancione (coloe solae;il Sole è raffigurato da un disco d'oro,in analogia all'oro materiale,alla ricchezza) e una del colore in analogia con il vostro segno zodiacale.
Agitr di preferenza nelle ore notturne,sempre curando che niente e nessuno vi disturbi o vi costringa a interrompere l'operazione.Mezz'ora prima di incominciare il lavoro magico,fate un bagno o una doccia,o lavatevi almeno le mani con cura.
Preparate l'altare ricoperto con la nappa e disponetevi sopra:
-a Est la candela da altare bianca e,accanto a essa,l'incensiere,il carboncino,l'incenso e l'accendino;
-a Ovest la candela nera,e la ciotolina d'acqua;
-a Nord,la candela "astrale" di Venere (verde) e la coppetta di sale;
-a Sud,la Bibbia aperta alla pagina del Vangelo secondo Giovanni,e,poco sopra,la vostra candela;
-al centro dell'altare,la candela solare(arancione).
Accendete il carboncino e cospargetelo con abbondante incenso speciale.Nella fumigazione passate le mani e poi tutte le candele (una alla volta);come sempre esse vanno rimesse nella giusta posizione),coscienti di purificare voi e gli strumenti (le cinque candele)che trasporteranno l'invocazione nell'Universo.Con il temperino incidete:
-sulla candela verde,il simbolo di Venere,una croce sormontata da un cerchio(Immagine);
-sulla candela arancione,il simbolo del Sole(
Immagine);
-sulla candela astrale che vi rappresenta,le vostre iniziali.
Versate un poco di olio speciale sul palmo della mano sinistra,bagnatevi il pollice destro e ungete le candele,una alla volta,con la consapevolezza di sacralizzarle.Nel corso dell'unzione,concentratevi sul successo che volete conseguire al gioco.
Accendete prima la candela bianca,poi quella nera,quella verde,la vostra e quella arancione.Spegnete la luce elettrica.
Aggiungete altro incenso,volgetevi verso est e innalzate le braccia al cielo,invocando l'arcangelo di Venere:
"Arcangelo Anael,Signore della Fortuna pura,ti invoco affinchè tu possa soddisfare il mio giusto desiderio di denaro!Non lo voglio per degli scopi infimi;ne voglio soltanto a sufficienza per.....(dite il vero,sinceromotivo per il quale vi serve).
Alimentate l'incensiere,innalzate nuovamente le braccia al cielo e invocate l'arcangelo del Sole;
"Arcangelo Michael,Signore del Sole,aiutami in questo lavoro magico!Dà potere al mio rito,affinchè io possa unire il Fuoco del tuo elemento alla fiamma della mia volontà di vittoria!"
Abbassate le braccia e,in silenzio,contemplate per qualche minuto le fiamme delle candele,chiudete gli occhi,apriteli e visualizzate attentamente quello che desiderate(la vincita nella giusta forma:se scommettete alle corse di cavalli,prospettatevi nello spirito un ippodromo,un cavallo che taglia il traguardo e la vostra conseguente gioia mentre agitate il tagliando del totalizzatore;se partecipate a una lotteria,visualizzate il biglietto che possedete,con relativo numero;se acquistate dei biglietti di una lotteria di beneficienza,immaginatevi mentre ritirate un premio qualsiasi,e così via).
Dopo la visualizzazione,rimanete in silenzioso raccoglimento,pensate di tanto in tanto all'aiuto da Anael e Michael,e lasciate bruciare le candele per almeno mezz'ora,senza fissarle troppo a lungo.Spegnetele una alla volta con il dito pollice e l'indice bagnati di saliva,coscienti che essa "feconderà" il vostro desiderio(non spegnetele con il soffio,rischiate di "soffiare via" la buona fortuna!).
Riponete gli accessori,mettete i residui in un foglio di carta e sotterrateli senza perdere tempo.Restate in serena attesa degli straordinari eventi che devono per forza prodursi entro ventotto giorni.
Immagine
 

Precedente

 

Torna a Un pò di magia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group