LA MAGIA DELLE CANDELE

Moderatore: birillino8

LA MAGIA DELLE CANDELE

Messaggioda birillino8 il gio giu 14, 2007 10:44 pm

[align=center]“Chiunque accende una candela proietta un’ ombra” - Starhawk

Fin dai tempi più remoti la candela è stata per l'uomo fonte di luce e simbolo di conforto.
Simbolicamente la luce ha sempre rappresentato per l'uomo il potere divino.
Negli antichi "misteri" del periodo classico essa simboleggiava la saggezza, l'illuminazione intellettuale,
la conoscenza, la realizzazione spirituale.
Per contrasto, l'oscurità rappresentava l'ignoranza,
la stupidità, il male e la caduta nel materialismo. Infatti si credeva che ogni uomo nascondesse
in sé una scintilla di luce divina capace di diventare una fiamma ardente di spiritualità, sempre se
correttamente guidata dalla morale. Si rappresentava così l'anima immortale dell'uomo
con la fiamma di una candela accesa nell'oscurità del mondo. Anche se una lieve brezza poteva far affievolire questa luce incerta,
nella quiete e nella tranquillità la fiamma si levava forte e superba: proprio come, anche nelle difficoltà
e nelle incertezze della vita, gli animi degli uomini si difendono dagli attacchi delle forze minacciose dell'oscurità.
È da queste convinzioni che nasce la pratica magica di accendere candele.
Oggi noi tendiamo a nutrire una certa diffidenza nei confronti della parola "magia", e ciò è principalmente
dovuto a secoli di persecuzione che hanno reso la parola priva di significato per molte persone.
Alcuni credono che si tratti di giochi da prestigiatori o la confondono con "patti con il diavolo" e altre sciocchezze del genere.
In realtà, la parola "magia" viene dalla radice "magi", che significa semplicemente "parole sagge",
e si riferisce ad un'antica casta di sacerdoti. Un "mago" è solo un saggio, abile nelle arti della natura occulta
che non sono conosciute o riconosciute dalla maggioranza dei suoi simili.
Accendere una candela è la pratica magica più semplice in quanto richiede poco rituale, pochi oggetti cerimoniali,
e un uso del linguaggio facilmente comprensibile a tutti. Gli oggetti necessari a questa pratica possono
essere acquistati in qualsiasi grande magazzino, e il rituale può essere eseguito in qualsiasi soggiorno o camera da letto.
Perfino, anticamente, quando la magia era dominio quasi esclusivo di anziani eruditi che sapevano leggere e scrivere,
la magia delle candele rimaneva la più naturale pratica magica della gente semplice. Accendere delle candele per ragioni magiche
non è difficile e tuttavia si può dire, senza paura di essere contraddetti, che agisce altrettanto potentemente quanto le parole di evocazione,
i tripli cerchi e le stelle a cinque punte del mago che pratica l'"Alta Arte della Magia".
La maggior parte di noi ha già compiuto il primo atto di "magia delle candele" fin da piccolo.
Ricordate i primi compleanni? Spegnere le candeline sul dolce esprimendo un desiderio?
Questa abitudine dell'infanzia si basa su due importantissimi principi magici: la concentrazione,
e l'uso di un oggetto simbolico che accentri l'attenzione. In parole povere, questo significa che se volete c
he succeda qualcosa dovete prima concentrarvi e poi associare il pensiero magico con l'atto simbolico.
La vostra volontà fa diventare il sogno realtà.
Uno dei particolari più importanti nel rito delle candele è proprio il loro colore.
I colori non sono altro che delle zone di luce a diversa velocità di vibrazione. Il rosso e il nero possono
vibrare più lentamente del bianco e del celeste, cosicché vengono percepiti dai nostri nervi ottici come ombre di luce "più scure" e,
a causa di ciò, provocano diverse reazioni in chi li guarda. A causa dei diversi effetti dei colori sulla psiche umana e sull'ambiente,
candele di vari colori vengono usate a seconda dello scopo magico che si vuole ottenere.[/align]
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il gio giu 14, 2007 11:09 pm

[align=center]Colori e Candele [/align]


I colori delle candele vengono associati alla nostra volontà e allo scopo del Rito che si sta per compiere. Si possono usare anche più candele contemporaneamente o una sola, o più comunemente due, la bianca e la nera, sempre a seconda di cio' che ci accingiamo a fare E SECONDO LE REGOLE, SECONDO I GIORNI LE ORE E I PIANETI CHE PRESIEDONO AI VARI SCOPI.

QUI DI SEGUITO LA TABELLA DELLE CANDELE NEI COLORI PIU' USATI E LE CORRISPONDENZE

COLORE DELLA CANDELA ,SCOPO ,GIORNO ,POTERE ,PIANETA E SPIRITO ,FUMIGAZIONI .

BIANCO:
PUREZZA, PROTEZIONE, ESORCISMO.
E' L'ALTERNATIVA SE NON SI DISPONE
DI CANDELE DI ALTRO COLORE LUNEDI' AMBIVALENTE LUNA - GABRIEL SANDALO .

ARGENTO:
MAGNETISMO, MEDIANITA', PSICHE,
QUESTIONI FEMMINILI LUNEDI' AMBIVALENTE LUNA - GABRIEL SANDALO

GRIGIO:
PER INIZIARE QUALSIASI COSA LUNEDI' AMBIVALENTE LUNA - GABRIEL SANDALO

NERO:
ASSORBE LE NEGATIVITA' O
LE RICHIAMA, PER SCOPI NEGATIVI O PURIFICATORI
(CON LA BIANCA) SABATO NEVAGITO SATURNO - CASSIEL GIUSQUIAMO
ACONITO

BLU:
FORTUNA, BUONI AUSPICI,
PROTEZIONI DA PERSONE POTENTI GIOVEDI' POSITIVO GIOVE - SACHIEL ALOE
PINO

ROSSO:
POTENZA, LEGAMENTI SESSUALI, PASSIONE,
CONTRO I NEMICI E LE NEGATIVITA' MARTEDI' NEVAGITO MARTE - SAMAEL ACANTO
ASSENZIO

ROSA:
SENTIMENTO, AMICIZIA, SERENITA' VENERDI' POSITIVO VENERE - ANAEL VERBENA
MIRTO

ORO O GIALLO:
DENARO, SUCCESSO, FASCINO, POTENZA,
PER FAR RIFIORIRE ATTIVITA' FERME DOMENICA POSITIVO SOLE - MICHAEL SANDALO
GIRASOLE

ARANCIO:
CONOSCENZA OCCULTA, QUESTIONI MATERIALI,
FORTUNA, AFFARI, SUCCESSO. DOMENICA POSITIVO SOLE - MICHAEL SANDALO
GIRASOLE

VERDE:
PER LEGAMENTI D'AMORE, VITTORIE
ABBONDANZA, PER GLI ACCRESCIMENTI VENERDI' POSITIVO VENERE - ANAEL VERBENA
MIRTO

MARRONE:
MATERIALITA', STABILITA', LAVORO,
STUDIO, IMMOBILI MERCOLEDI' AMBIVALENTE MERCURIO - RAPHAEL
MASTICE

CELESTE:
POTERE OCCULTO, CONTINUITA' MERCOLEDI' AMBIVALENTE MERCURIO - RAPHAEL MASTICE


Come si accendono le candele

Mai utilizzare dei fiammiferi perche' la loro capocchia contiene zolfo. E' preferibile accenderle con un comunissimo accendino che compreremo ed useremo solo per questo scopo.

Come si spengono

Soffiare sulla fiamma è di cattivo auspicio. E' preferibile inumidirsi le dita e stringerle sullo stoppino o utilizzare gli appositi spengimoccolo.
Solo in taluni rituali è richiesto lo spegnimento della candela con il soffio ma questi sono legati a tradizioni negative.
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il gio giu 14, 2007 11:48 pm

[align=center]La Luna[/align]

L'influenza della luna nei rituali e negli scongiuri celebrati con candele è molto importante.
Per questa ragione è bene ricordare che ogni cerimonia magica deve essere praticata nella fase lunare più propizia.



Quarto crescente:
corrisponde al periodo in cui le dimensioni della luna nuova aumentano gradualmente
fino ad arrivare alla luna piena. È questa la fase più indicata per attuare ogni tipo di invocazione positiva
e tutti quegli incanti associati alla fortuna, all'amore e al desiderio sessuale.


Luna piena:
durante questa fase aumentano le facoltà di percezione delle persone;
si tratta inoltre del momento più indicato per realizzare invocazioni relative alla fertilità e alle capacità divinatorie

Quarto calante:
E' il periodo in cui le dimensioni della luna piena vanno diminuendo fino a raggiungere la fase di luna nuova.
È il momento più indicato per contrastare gli effetti che sono stati causati da incanti negativi e per neutralizzare i problemi di salute,
le malattie e, in generale, tutti gli aspetti indesiderati, sia dal punto di vista fisico sia da quello emotivo,
della propria persona o degli individui verso i quali il rituale è diretto.

Luna nuova:
in questa fase lunare è consigliabile non effettuare alcun tipo di incanto, dal momento che la luna,
essendo invisibile alle persone, è come se non esistesse; non può quindi esercitare alcun effetto benefico, anche se,
d'altro canto, non può neppure ostacolare la realizzazione di rituali magici.
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il gio giu 14, 2007 11:58 pm

[align=center]Preparazione al rituale[/align]



Naturalmente le candele possono essere usate con diverse finalità. Oggigiorno le si accende per eliminare i cattivi odori,
per celebrare i compleanni, per occasioni familiari speciali, per supplire alla luce elettrica in caso di necessità, per motivi religiosi, etc.
Dal momento in cui le candele si trasformarono di diritto in un elemento insostituibile per la celebrazione di rituali magici
(che si svolgevano di notte), si incominciò a seguire una serie di norme o regole non scritte che si
tramandarono oralmente di generazione in generazione attraverso i secoli, assimilando influenze di diverse culture e credenze.



In generale, è consigliabile non chiedere più di ciò di cui si ha bisogno, né più di ciò che si può "rendere",
dal momento che tutto quello che ci viene concesso ha una sua contropartita, ossia il favore deve essere
restituito in reciprocità e ringraziamento. L'uso delle candele non è un gioco, ma risponde a un
determinato protocollo del quale è bene non abusare. Fare sistematicamente ricorso alle candele come
mezzo per chiedere una soluzione ai problemi senza che la persona agisca per risolverli può solo creare
un'insana dipendenza. La magia aiuta solo chi si impegna per raggiungere determinati obiettivi e,
naturalmente, una candela da sola non può fare miracoli. Non si tratta di credere in superstizioni,
ma di agire in base alla propria responsabilità. Bisogna accendere una candela e procedere al rituale
solo quando sussista un'effettiva necessità di farvi ricorso. Per questa ragione, prima di incominciare,
è bene sapere ciò che si desidera, come lo si deve chiedere, perchè e per chi; si può infatti chiedere
per se stessi o per altre persone e, in quest'ultimo caso, è indispensabile ottenere il loro consenso.
Questo aspetto è molto importante: infatti se non si ha l'approvazione di chi deve beneficiare delle richieste,
è meglio non iniziare neppure il rituale, poiché quest'ultimo sarebbe inutile e, anzi, potrebbe
addirittura nuocere all'officiante. Si deve tenere presente che la candela può servire come strumento di divinazione,
come mezzo per guarire un ammalato, per chiedere protezione, come espressione di un desiderio di benessere o,
semplicemente, come guida spirituale e aiuto nella propria meditazione. Una volta definiti l'obiettivo,
la motivazione e il destinatario, e prima di procedere all'accensione, rimane ancora da stabilire
il luogo dove celebrare l'invocazione. È consigliabile disporre di una stanza che risponda a determinate condizioni.
Dovrebbe trattarsi preferibilmente di un luogo privato e isolato, poiché ciò favorisce la capacità di concentrazione
dell'officiante e facilita il flusso della forza magnetica, rendendo quindi più efficace il rituale.
Una volta scelto il luogo più adatto, in base alle sue caratteristiche e alle possibilità personali,
si procede alla preparazione dell'"altare". Allo scopo è sufficiente servirsi di un tavolo,
coperto con un telo che dovrà essere destinato esclusivamente a usi rituali. Un altro degli aspetti
da tenere in considerazione è il giorno, e addirittura l'ora, in cui avrà luogo la celebrazione.
A seconda del desiderio che si intende formulare e delle finalità della richiesta, occorrerà verificare
quali sono i momenti più indicati per dare inizio al rituale: una stessa celebrazione, con motivazioni
e finalità identiche, può infatti dare risultati diversi a seconda del momento in cui si svolge.
Inoltre, affinché il rituale sia efficace, è bene utilizzare anche elementi che contribuiscono a potenziarne l'effetto,
come pietre, piante, profumi, metalli e formule recitative ai quali è possibile ricorrere.
In quanto ai profumi, l'uso dell'incenso è tra i più indicati. Per quanto riguarda la scelta della candela,
anche se alcuni preferiscono utilizzare forme ricercate (quadrate, incise, piramidali etc.),
va ricordato che quelle normali sono efficaci quanto le altre, indipendentemente dal materiale utilizzato e dalla forma.
Se la candela è fatta dall’ officiante, l’incanto sarà più efficace, perché durante la preparazione,
si può plasmare e infondere il proprio desiderio, con maggior enfasi. Non va inoltre dimenticato
che una candela deve servire per un solo rituale, poiché, in caso contrario, la finalità non sarebbe la stessa.
È quindi consigliabile disporre di varie candele e accenderne una nuova per ogni celebrazione.
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il ven giu 15, 2007 12:14 am

[align=center]IL MESSAGGIO DELLE CANDELE[/align]

Guardano il movimento della fiamma di una candela possiamo leggere un messaggio o la spiegazione di un determinato avvenimento.

Quando la fiamma brucia di un colore azzurro:
Indica la presenza di angeli ed altri esseri spirituali. È un buono segno. Stiamo vivendo un periodo tranquillo e rilassato, siamo circondati da persone che ci vogliono bene.

Quando la fiamma vacilla:
Indica che la nostra attuale posizione avrà alcuni cambiamenti.

Quando la fiamma produce delle scintille all'aria:
Potremo avere qualche scoraggiamento prima che qualche nostro desiderio si possa realizzare. Impedimenti nel campo finanziario o lavorativo.

Quando la fiamma sale e scende:
La nostra mente è confusa, perché pensa a svariati problemi contemporaneamente.

Quando la fiamma è a forma di una spirale:
La nostra voce sarà ascoltata, un messaggio sta per esserci prevenuto. Promozione in campo lavorativo, possibilità di incrementare i nostri guadagni.

Quando la fiamma si divide in due:
Un nostro progetto si realizzerà ma con diverse difficoltà. Ci troveremo di fronte ad un bivio.

Quando la punta della fiamma è brillante:
Avremo fortuna nelle nostre ricerche. Le nostre domande riceveranno delle valide risposte. L'Amore che stiamo vivendo è positivo, il nostro partner ci ama.

Quando la candela cola tanta cera:
Ci sono difficoltà per realizzare dei nostri desideri. Bisogna imparare ad ascoltare anche gli altri.

Quando c'è molto stoppino:
Si ha bisogno di più domande per ricevere delle risposte adeguate ai problemi attuali.

Quando la fiamma si spegne:
La parte più difficile di una certa situazione sarà realizzata, il resto dipende da noi poterla concretizzare.
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il ven giu 15, 2007 12:17 am

[align=center]PER OGNI SEGNO ZODIACALE[/align]

Ad ogni segno zodiacale corrisponde un determinato colore.

ARIETE: Candele Rosse
TORO: Candele Verdi
GEMELLI: Candele Arancione
CANCRO: Candele Bianche
LEONE: Candele Gialle
VERGINE: Candele Marroni
BILANCIA: Candele Rosa
SCORPIONE: Candele Rosse
SAGITTARIO: Candele Violette
CAPRICORNO: Candele Verdi
AQUARIO: Candele Azzurre
PESCI: Candele Verdemare
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il ven giu 15, 2007 11:12 pm

[align=center]Gli accessori[/align]

L'altare.

In magia è detto LAPIS.
Poichè ogni operazione magica è soprattutto un atto di maestoso rispetto,dovete provvedervi di un asse o piano di legno,un quadrato di 63 x 63 centimetri,dello spessore di circa 5-6 cm.Fate in modo che sia perfettamente pulito e liscio, maneggiatelo sempre con il massimo rispetto,cercando di non lasciarlo toccare mai da mani estranee.Potete posarlo su un tavolino,in un angolo della casa,e tenerlo addobbato come altare permanente:diventerà così il vostro piccolo "tempio",il luogo di pace dove pregare nei momenti di raccoglimento,di gioia,di pena,di devozione o di ringraziamento.
Naturalmente coprirete sempre la "tavola d'altare" con un'apposita nappa,un quadrato di tela o stoffa,di colore bianco,delle misure predette (63 x 63 cm.).Eliminerete le gocce di cera che vi cadranno sopra con un lavaggio in acqua molto calda:questo perchè la nappa,come la pietra d'altare,va conservata il più a lungo possibile,poichè anch'essa,come tutte le cose,possiede una "memoria".Infine,e questo è essenziale,orientate i lati dell'altare in direzione dei quattro punti cardinali.



Gli incensi.

E' impensabile intraprendere un'azione magica senza la presenza di questi elementi,il cui scopo consiste nell'agire da "medium" tra il mondo fisico(quello che vedete ogni giorno) e quello invisibile(inteso come "dimensione superiore",cioè il mondo astrale),e,nello stesso tempo,nel trasportare le vostre preghiere,le invocazioni e i desideri verso il domicilio degli Dei,il Cielo.
Potete usare il normale incenso liturgico o le celebri resine della tradizione,quali il rarissimo benzoino e la mirra.Tuttavia,esistono delle miscele speciali approntate per la magia delle candele;esse sono composte di resine rare(storace,olibano),fiori,foglie e radici di erbe e legni rari(aloe,sandalo,cascarilla,cinnamomo,ireos,ruta ecc.) e di polvere impalpabile di minerali di non facile reperimento.Sovente,l'aroma che esalano non è di quelli più soavi,ma questo non ha importanza per il vostro olfatto:l'essenziale è che sia gradito alle entità che risiedono nelle sfere superiori.Perciò,un incenso speciale non è mai preparato a misura e gradimento delle mucose olfattive,bensì implica una miscelanea di prodotti strettamente in analogia con;a)-i sette pianeti della tradizione e le loro virtù sulla sfera terrestre;b)-i dodici segni zodiacali,che sono altrettante"energie".
Nella fumigazione di uno speciale incenso passerete prima le mani,poi le candele e tutti gli strumenti che impiegherete nel rituale.Va da sè che dovete disporre anche degli speciali dischetti di carboncino comburente,sui quali spargerete la miscela di incensi.

L'incensiere

Il suo fine pratico è quello di contenere il carboncino acceso sul quale bruciate l'incenso.Ma,come leggiamo ne "Le evocazioni magiche" di F.de Saint-Ferréol questo accessorio ha un preciso significato:"E' un oggetto magico,in cui si trovano riuniti tre simbolismi:quello delle resine incorruttibili,immagine di purezza e di immoralità che compongono l'incenso;del fumo purificatore,cioè il rapporto tra la Terra e il Cielo,tra l'anima e l'aldilà;e il simbolo del profumo,espressione delle virtù e della perfezione spirituale,della percezione della Luce.Nell'incensiere sono quindi rappresentate la condensazione e la materializzazione dello spirito e della potenza;con esso si prepara l'atmosfera adatta alle entità da evocare.Il vero Mago,per mezzo dell'incenso che brucia,satura lo spazio magico in cui gli spiriti evocati si materializzeranno".
Procuratevi dunque,se non lo avete,un incensiere nuovo,per esempio di ottone,oppure un bruciaprofumi,sempre nuovo.Come abbiamo detto a proposito della nappa dell'altare,ogni oggetto impiegato in magia,con il passar del tempo acquista una misteriosa forza e una ferrea memoria delle cose.Più ve ne servirete e più il vostro incensiere acquisterà dei reali poteri.

Il "pugnale dell'arte"

Il suo simbolismo magico è simile a quellodella spada e del pugnale,"armi"che nell'occulto servono a separare il Bene dal Male,a trionfare sugli spiriti negativi,pericolosi,indocili o recalcitranti.Il più delle volte è un normale temperino,nuovo,acquistato senza mercanteggiare sul prezzo(come è necessario fare con tutti gli oggetti magici).
La sua funzione nei rituali con le candele,è quella di incidere iniziali,simboli zodiacali,planetari,ecc,sul "corpo" del cero,dopo averne leggermente riscaldato la punta.Non dovete assolutamente usarlo per altri scopi"profani",bensì conservarlo con estrema cura,riponendolo insieme agli altri strumenti al termine di ogni operazione.

L'olio per le unzioni

E' un olio speciale che serve a purificare le candele dell'arte;perchè è indispensabile acquistarle e accenderle immediatamente.Esse possono aver assorbito il magnetismo,positivo o negativo,delle persone che le hanno toccate prima di voi(per esempio,chi ve le ha vendute).Poi,trattandosi realmente di oggetti magici,le candele vanno trattate con il massimo rispetto,pertanto dovete sempre ungerle con l'olio dell'arte prima di bruciarle.Dopo averle scelte nel numero e nei colori necessari al vostro rituale,mettetele,orizzontali e un poco distanziate tra loro,al centro dell'altare,sopra un foglio di alluminio(quello che si usa normalmente in cucina).Versate un poco di olio nel palmo della mano sinistra,bagnatevi il pollice destro e ungete con dolcezza e completamente le candele,una alla volta.Questa operazione è indispensabile e,in fondo,molto semplice,mava anch'essa eseguita a regola d'arte,cioè con attenzione.In altre parole,mentre procedete all'unzione dei ceri dovete tenere presente lo scopo del rituale che con essi eseguirete:dovete concentrarvi profondamente su ciò che desiderate ottenere e vedere ben chiaro nella mente,cioè visualizzare,quello che volete avvenga.
Alcuni manuali che trattano questo importante settore della magia non accennano neppure all'unzione,noi invece,diciamo che con essa le candele vengono realmente "caricate" con le vostre intenzioni,assicurando così la piena riuscita nel rituale.

Il sale

Estratto dall'acqua del mare per evaporazione,questo elemento è,letteralmente,il "fuoco liberato dalle acque".Il suo simbolismo si applica alle leggi delle trasmutazioni fisiche,come a quelle morali e spirituali (l'"unto",o Cristo,"il sale della Terra").Ancora oggi,nelle cerimonie dello Shinto,la religione ufficiale giapponese,come nella vita quotidiana di ogni figlio del Paese del Sol Levantè,il sale è la virtù purificatrice e protettrice.Il "Dictionnaire des symboles" ricorda che "posti accanto alla porta d'ingresso della casa,ai bordi dei pozzi,agli angoli dei terreni di lotta,o sul suolo dopo le cerimonie funebri,dei mucchietti di sale hanno il potere di purificare i luoghi e gli oggetti che,per inavvertenza,sono contaminati".
Per le operazioni magiche intendiamo,naturalmente,il vero sale,cioè quello marino integrale(umido e di colore scuro,perchè non raffinato)oppure il salgemma.
Il sale è un efficace mezzo di difesa da ogni influsso negativo.non casualmente la Chiesa lo esige miscelato all'elemento liquido,per rendere sacra l'acqua che mette a disposizione dei fedeli.Riempite una ciotolina di terracotta o di altro materiale non metallico,con un pugno di sale marino integrale e tracciatevi sopra una croce.

L'acqua.

Certamente conoscete già le virtù dell'elemento in cui è nata la Vita;pertanto non vi dilungheremo.Procuratevi un'altra ciotolina,questa volta di vetro o cristallo,e riempitela di acqua pura,meglio se di fonte,di sorgente o di pozzo.Posta sull'altare nel corso dei rituali,essa ha la funzione di attirare a sè tutte le influenze negative che eventualmente esistono intorno a voi.Al termine del rito,gettate l'acqua nei servizi di casa (o meglio in un vaso colmo di terra ma privo di piante).

La Bibbia

Ecco un altro "accessorio" veramente indispensabile per le vostre operazioni:è uno tra i più antichi libri del mondo ed è realmente uno dei pochi "libri magici".Ponetela sull'altare,aperta alla pagina incui inizia il Vangelo secondo Giovanni.Mettete dei segni nelle pagine dei Salmi di Davide che intendete leggere nel corso dei rituali.Dovete essere consapevoli della sua" forza" tutt'altro che occasionale.Non stupitevi di trovare i Salmi in un libro di magia:essi sono delle preghiere-formule segrete fondate su tradizioni,che permettono di far vibrare,su un "piano" diverso da quello che è il reale apparente,L'archetipo al quale sono legati,in qualsiasi momento della vita e in ogni circostanza.

Accendino.

Non accendete mai le candele magiche con dei fiammiferi:essi contengono zolfo,un elemento negativo che può mettervi in contatto con le forze del Male.Perciò usate un normale accendino,acquistato con l'intenzione "magica" e che non userete per altri scopi.
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il mer giu 27, 2007 10:52 pm

[align=center]Candele[/align]

Le candele da rituale si dividono in tre gruppi:
1)-le candele "per altare" (o "per invocazione");
2)-le candele "astrali " (o "personali");
3)-le candele "per offertorio" (o "per supplica" o "richiesta").
Per impiegarle con successo,dovete conoscerne l'esatto simbolismo.

CANDELE PER ALTARE

Sono tradizionalmente usate in tutti i riuali.L'accenderle serve a ottenere protezione spirituale,poi a invocare la presenza d particolari poteri o divinità ce,alla fine dell'operazione,vengono congedate con rispetto.Queste candele devono sempre essere predominani,per posizione e misura,su tutte le altre.Misure ideali:diametro 1,5 centimetri circa:altezza 11-12 cm.Sull'altare,in tutte le operazioni,ne occorrono DUE;una bianca,colore che simbolizza il Padr Cielo,e una nera,che rappresenta la Madre Terra.Così ripetete gli aspetti maschile e femminile,positivo(+) e negativo (-),dell'Assoluto.

CANDELE ASTRALI

"Astrale"significa "che è proprio degli astri" o "come le stelle" e vuol dire che ogni individuo sulla Terra è come una stella dell'Universo.Perciò la candela astrale è quella "personale",che rappresenta voi o altri esseri.Ne consegue che doveteceglierla del colore in analogia con il vostro segno zodiacale se agite solo per voi stessi(per esempio:se volete vincere al gioco,fare un viaggio senza intoppi,ec.).Incidetevi nel senso dell'altezza,le vostre iniziali,servendovi della punta leggermente riscaldata di un temperino o di uno spillo.Se invece la vostra azione magica coinvolge un'altra persona(per esempio:se agite per conquistare una donna,mettere a taere una malalingua,sconfiggere un concorrente sleale,ecc.),allora dovete impiegare,oltre alla vostra,un'altra candela astrale che la rappresenti.Il colore sarà,come sempre,quello in analogia col suo segno zodiacale.Se non lo conoscete o non potete chiederglielo,impiegate una candela astrale del colore "universale",il bianco.In ogni caso,ricordate di "dedicarla" incidendovi almeno le iniziali:se non conoscete nemmeno queste,incidete D A per "Donna Amata", S M per "Silenzio Malelingue",C S per "Concorrente Sleale",e via dicendo.
Le candele astrali devono essere un poco più piccole di quelle da altare,perciò le misure ideali sono:diamrtro 1 centimetro circa,altezza 8-9 cm.

CANDELE PER OFFERTORIO

Servono a portare nel Cosmo il vostro desiderio,la richiesta l'invocazione o la supplica.Esse rappresentano,dunque,lo scopo del rituale,mentre quelle per altare e astrali aggiungono maestà e simbolismo all'operazione magica che eseguite.Le misure sono identiche a quelle del tipo "astrale".
Adesso dovete imparare a conoscere il significato dei colori;perchè ogni candela da offertorio deve essere in perfetta analogia con le intenzioni,con il fine del rituale.Infatti,se per una magia d'amore ne utilizzate una il cui colore è in vibrazione armoniosa con il denaro,i risultati saranno deludenti.
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il sab giu 30, 2007 4:07 pm

[align=center]Simbolismo dei colori[/align]

Esistono dei colori "negativi" ma questo non significa che non possiate utilizzarli.

NERO

Non è quello, "satanico",del Male,poichè non è propriamente un colore:è una tonalità non colore,che assorbe tutti gli altri della scala cromatica.Secondo certe scuole di occultismo,il nero è un freno alle alte qualità morali,intellettuali o spirituali,e spinge verso il risentimento e l'odio.Ma è un bene non avere nessuna errata prevenzione:noi lo consideriamo in un modo completamente diverso,cioè una tonalità priva di radiazioni,perchè il nero è l'ASSENZA e il VUOTO di ogni altro colore.Essendo "vuoto",negativo,ha una polarità femminile,dunque assorbe,anzichè emettere energia.Pertanto,lo "spirito" con cui "caricate"una candela nera determina ciò che è buono o cattivo:una candela nera che brucia raffigura la Luce che esce dalle tenebre,la meditazione e lo sviluppo psichico.
Il nero è il colore di Plutone e del segno dello Scorpione.

GRIGIO

E' il colore della tristezza,della solitudine,della nevrastenia.Impiegate una candela grigia unicamente per le azioni magiche volte a porre fine a un qualsiasi rapporto (d'amore,d'affari ecc) decisamente negatvo.
Il grigio è il colore di Saturno e del Capricorno.

ROSSO SCURO

Tutte le tonalità scure o brune richiedono delicatissime attenzioni nel loro impiego in magia.Come il nero,la candela rosso scuro ha una vibrazione più bassa degli altri colori e produce,bruciandola,svariate reazioni negative:collera,invidia,diffidenza,vendetta,avarizia,egoismo,gelosia.
E' il colore di Marte,dell'Ariete e dello Scorpione.

La gamma dicolori intermedi è rappresentata dal...

MARRONE

E' il colore in analogia con la Terra,come lo è,in alchimia,l'antimonio o l'antimonite.Perciò le sue vibrazioni sono concentrate nel piano delle cose strettamente materiali.Purchè non sia di tonalità troppo scura,dovete bruciare una candela marrone nei periodi di crisi finanziaria,proprio in virtù del principio spagirico-alchemico-e,dal secolo scorso,anche omeopatico-"similia similibus curantur";infatti,"l'Astro"(in questo caso quello potenzialmente avverso alla vostra sfera-denaro)"è guarito dall'Astro".Usate dunque una candela di questo colore materiale per attrarre la benevolenza degli Spiriti della Terra,al fine di guadagnare dai quatrini con ogni mezzo lecito.Anche questi Spiriti,o "Buoni Geni",allo stesso modo di quelli degli altri elementi,dopo evocati vanno congedati con attenzione,riconoscenza e gentilezza.
le candele di colori puri,leggeri,quasi aerei,sono quelle veramente più positive,dunque le migliori che possiate impiegare.

BIANCO

E' il colore "universale",la presenza bilanciata di tutti i colori in sintesi,perciò ha un potere evidente di vibrazioni benefiche.Fatevi una buona scorta di candele "bianche",cioè indotte di pura cera d'api sbianchita a lungo alla luce del sole,perchè,oltre a simboleggiare tradizionalmente la più alta spiritualità che potete raggiungere,e poi la sincerità,la purezza,la verità e le migliori virtù,esse servono ottimamente a rappresentare una persona di cui non si conosce il segno di nascita,oppure un evento complesso,indefinito,sul quale intendete agire.

ROSSO

Una candela magica rosso "fuoco" emette delle energie molto forti,e ovviamente positive,poichè è in analogia con l'energia vitale.E' il colore che simbolizza la forza,il vigore psicofisico,la salute,il coraggio,la potenza sessuale:eccita tutte le passioni e gli intensi desideri materiali e,in particolare,serve per proteggervi dalle malattie,dai pericoli fisici o psichici che sopravvengono in seguito alle azioni di magia nera orchestrate da nemici più o meno nascosti.
E' il colore di Marte e dell'Ariete.

ROSA

E' uno dei colori più scuri e trascendentali che incitano all'amore,all'affetto.all'altruismo,alla generosità.Dovete sempre scegliere una candela rosa quando volete influire in modo benefico sui problemi che riguardano il VERO amore e la completezza spirituale e fisica tra un uomo e una donna.Potete anche bruciarla quando cercate di ottenere una guarigione spirituale,o quando desiderate delle grandi e serene gioie dei sensi.
Il rosa è uno dei colori di Venere (Ishtar) e della Bilancia.

GIALLO

Colore che stimola e sviluppa in modo potente l'intelletto,l'immaginazione,la creatività e le reali doti artistiche,la fiducia,la persuasione,il fascino personale,l'abilità commerciale (insieme al colore marrone in cui si identifica Mercurio nel segno della Vergine).Al giallo puro,che non dovete confondere con il giallo-oro o dorato,la Tradizione occulta assegna inoltre le buone qualità di adattabilità,di diplomazia e di indipendenza in qualsiasi deliberazione.Contribuisce a far riottenere la salute,particolarmente nei casi di disturbi delle vie respiratorie,dei nervi,del fegato e delle braccia.
E' il colore di Mercurio e del segno dei Gemelli.

ARANCIONE.

Una vibrazione di questa mescolanza di rosso e giallo è evidentemente in analogia con le migliori energie dell'epoca più calda dell'anno,la piena estate,corrispondente al segno zodiacale del Leone.Il nome arancio,o arancione,di origine araba,ricorda quello dell'oro:è perciò un colore di grande potere,che simbolizza la Forza Vitale dell'Uomo,delle piante,degli animali (è noto che questi ultimi,quando vogliono curarsi,cercano la luce del sole perchè sanno,istintivamente,che devono "aspirare"la forza arancione dei suoi raggi).E' l'entusiasmo,l'attrazione,l'amicizia,il successo e soprattutto l'amore,ma inteso come sentimento luminoso e saggio,l'ispirazione che viene dal cuore,l'unione.
E' il colore del Sole.

VERDE.

E' il colore della parte cosciente dell'Anima "animale",dunque quello dell'individualizzazione o dell'egoismo nelle sue forme superiori o inferiori.Essendo in analogia con le acque - dei mari,dei laghi,dei fiumi- verde è,almeno nel macrocosmo,il colore che è all'origine della Vita.E nelle acque nacque Afrodite:perciò è consacrato alla dea dell'amore,Venere.In Astrologia,il primo segno governato dalla Piccola Benefica è il Tro,quello che indica la primavera,stagione in cui la Natura si rinnova e si espande.Per via di queste analogie,ecco che il verde chiaro(per esempio:lattuga) è,insieme con il rosa,il colore dei dolci influssi del pianeta che presiede alle zone fertili della Terra (i prati,i campi e la conseguente profusione).Ecco il colore chiave simbolo dellabbondanza,della generosità della buona sorte,dell'eccellente fortuna pura in tutti i campi,dei guadagni materiali,dell'ottima salute,dell'accordo,della cooperazione.Venere,abbiamo detto,è la Piccola Benefica.perciò la sua azione,in magia,è decisamente migliore di quella di Giove;le virtù di questo pianeta sono quelle di ESPANDERE CIO' CHE ESISTE,mentre quelle venusiane accordano "tout-court"la fortuna pura,rapida,inattesa e basta.Quindi una candela verde deve essere sempre presente nei vostri rituali quando volete guadagnare del denaro,acquisire dei beni o ricchezze di ogni genere,concludere un fidanzamento,un'unione o un matrimonio e,infine quando intendete dare equilibrio e armonia a ogni situazione instabile.
E' il possente colore di Venere e del Toro.

BLU

Il blu chiaro è il colore delle alte qualità mentali,delle cose superiori,cioè della Saggezza,della Conoscenza,dell'Ispirazione e della Devozione.Infatti l'azzurro è in analogia con il Cielo e lo spirito dell'Uomo lo ha associato con le sfere inaccessibili,la leggerezza dell'aria e la forxa del vento.Continuando nelle analogie,diciamo:vento= l'energia che "porta via",che trascina con sè.Ecco che una candela blu chiaro è solitamente impiegata nei rituali che si eseguono per allontanare ogni forma di Male soprattutto a livello psichico.Ancora,simbolizza la pace e la tranquillità,specialmente nella vita domestica.
E' uno dei colori di Giove e del Sagittario.

PORPORA

Appollonio di Tiana,nel narrare l'episodio di Ercole posto tra la Voluttà e la Virtù,descrive la prima come una donna stupenda che indossa un mantello color porpora(proprio anche dei re e dei patrizi dell'antica Roma).E' dunque un simbolo delle cose materiali,del successo o,meglio,dell'espansione finanziaria e professionale,come il pianeta con cui è in analogia,Giove nel segno del Sagittario.Ma quest'ultimo è un segno "doppio",perciò il colore porpora è ambivalente:tradizionalmente rappresenta anche la sapienza,la regalità,la sovranità,il potere;sotto un aspetto più spirituale,simbolizza la dignità,l'idealismo,l'abilità e la salute psichica a un livello elevato,la protezione da tutto ciò che è negativo.Bruciate una candela di questo colore quando volete difendervi dalle azioni di magia nera,dalla possessione demoniaca per spezzare certe condizioni "iettatorie",per proteggervi spiritualmente e,su un piano più pratico,quando volete vincere al gioco(insieme a una candela venusiana).

VIOLA

Nello spettro,il viola si pone dietro il blu.In natura,le sue diverse sfumature sono delle mescolanze di rosso e di blu;perciò,anche nel simbolismo occulto,dovete considerare,in questo colore,la presenza del rosso,colore del Fuoco e della Vita,e quella del blu,l'aria,il Cielo.Oggi,come nell'antichità,il viola rappresenta la transizione tra la vita e l'immortalità.E' la spiritualità velata da una sfumatura di tristezza o di malinconia,che implica il ricordo delle cose terrene.La violetta è il fiore della modestia,dove il rosso dell'Io è combattuto dal blu della saggezza.E' un colore attinico(che emana,cioè,delle radiazioni elettromagnetiche dotate di particolare azione fotochimica) penetrante che, particolarmente in magia,dà i "poteri superiori":se il viola è il colore degli esorcisti,è anche quello dei Veri Maghi.E' eccellente per la meditazione profonda,dunque per liberare la mente da ogni attività e per ottenere una migliore visione interiore di sè.Bruciate una candela viola quando desiderate fermare le azioni negative di persone che nuocciono a ogni vostro interesse,per neutralizzare le operazioni magiche di nemici noti o meno,per gli esorcismi di persone,animali e cose per ottenere dei rapidi e favorevoli cambiamenti.
Il viola è il colore di Nettuno e dei Pesci,ed uno dei colori di Giove e del Sagittario.

ORO

Attira delle eccellenti influenze:tuttavia il pigmento che serve a ottenere questo colore è raramente naturale,perciò preferite una candela arancione,che è sempre un simbolo solare.

ARGENTO

Rimuove tutto ciò che è negativo,ma anche per questo colore lunare vale lo stesso suggerimento dell'oro:impiegate una candela bianca(biaqnco è uno dei fiori lunari,quello del loto).
Riassumiamo:conoscendo la forza della vibrazione dei colori delle candele che impiegate nei rituali,siete in grado di utilizzare le forze occulte della Natura,di diventare coscienti su un "piano" diverso da quello materiale,e di mettervi in rapporto con certe correnti cosmiche.
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il sab ott 13, 2007 9:00 pm

[align=center]L'importanza delle fasi lunari[/align]

L'argomento è vastissim ma cercheremo di sintetizzarlo.E' indiscutibilmente valido il principio tradizionae che afferma.in tutti i casi di magia è essenziale operare nelle giuste fasi della luna.Perchè,anche quando è invisibile,l'astro della notte influisce sulla vegetazione,sulle maree,sul tempo e su tutte le cose create.Se in astrologia,specialmente in quella oraria,svolge il ruolo di "detonatore" degli avvenimenti"programmati" dagli altri pianeti,in magia pratica il suo ruolo è capitale:l'esperienza dimostra che un rito eseguito nel "momento lunare ideale" ha oltre l'ottantacinque per cento di probabilità di riuscita,il che non è poco,semplicemente se si agisca in buona fede e per scopi nobili,altruistici.All'opposto,agendo a caso,cioè in un momento qualsiasi,ovvero trascurando le regole antichissime dell'astrologia lunare,le probabilità non superano il quindici-venti per cento:è in questa scelta grossolana che troviamo le spiegazioni degli insuccessi dei "maghi" dilettanti.
Innanzi tutto,prima di eseguire un rituale di magia delle candele,per voi o per un'atra pesona,dovete conoscere la "ricettività"alla vostra azione occulta di ognuno dei dodici segni zodiacali.Infatti,non tutti i soggetti recepiscono e reagiscono nell'identico modo.Ecco le principali predisposizioni,che dovete tenere bene in mente PRIMA di agire.


L'Ariete è relativamente facile da influenzare magicamente;egli continua a seguire gli impulsi,cerca di resistere istintivamente,non ascolta i suggerimenti dell'inconscio.

Il Toro è facilmente influenzabile,può cadere in preda alle ossessioni,ma richiede un'azione magica paziente e lunga(occorre,cioè,ripetere un rito alcune volte) che così darà dei risultati duraturi.

Il Gemelli può essere colpito in modo particolre sulla personalità.Richiede almeno due azioni nell'arco di quindici giorni(sempre nella stessa fase lunare).Sui nati in questo terzo segno dello zodiaco le influenze magiche hanno breve durata.

Il Cancro può essere più difficile,rispetto ad altri segni,da "convincere"magicamente,ma poi crolla all'improvviso.Non reagisce quasi mai.Maggiormente influenzabile sul piano affettivo.Gli effetti di un rituale sono di media durata (ripetere ogni tre-quattro mesi)

Il Leone è un segno "forte",perciò "resiste" abbastanza,poi si arrende inaspettatamente.I rituali amorosi devono essere eseguiti con grande energia e volontà.

Il Vergine è troppo personale e poco sensibile,dunque richiede un'azione decisa.Ottimi risultati con i rituali che influiscono sigli interessi finanziari e professionali.

Il Bilancia reagisce come il Gemelli,ma in più recepisce fortemente le influenze dei rituali sessuali.

Lo Scorpione è facilmente influenzabile a causa delle sue tendenze all'ossessione.Si può agire anche sulla particolare e un poco perversa sessualià:è sufficiente lanciare magicamente l'impulso.

Il Sagittario resiste bene ma non per tanto tempo:è un segno "doppio" e può richiedere almeno due rituali in quindici giorni.

Il Capricorno è difficile da attaccare.Buoni risultati con le azioni che destano nel su spirito un sentimento di colpa.Effetti duraturi.

L'Acquario è facile da influenzare.Sovente,con la sua inquietudine,facilita l'operazione magica.

Il Pesci è il segno su cui si può influire nei modi più semplici,in particolare se vengono messi in gioco gli aspetti prettamente sessuali o qualche perversione.Effetti rapidi.

Le fasi lunari sono quattro:
1)- Luna nuova o Novilunio:in questa fase la Luna e il Sole sono in congiunzione.Se il cielo è sereno,l'astro della notte è invisibile (totale oscurità).Sui calendari e sugli almanacchi la identificate facilmente osservando il simbolo Immagine.Durata:sette giorni circa.
2)-Primo quarto(crescente):dura sette giorni,è illuminata la parte destra dell'astro(simbolo:Immagine).
3)-Luna Piena o Plenilunio:l'astro è in esatta opposizione al Sole ed è totalmente illuminato.Simbolo:Immagine.Durata:sette giorni circa.
4)-Ultimo quarto (calante):è illuminata la parte sinistra della Luna.Durata:sette giorni circa (simbolo:Immagine).

Ecco ora alcune regole che dovete sempre tenere presenti nello spirito e alle quali dovete attenervi rigorosamente,se volete ottenere i migliori risultati.

A- La Luna indica l'energia riproduttiva che anima tutte le cose create-esseri umani,piante,animali,minerali-e soprattutto la direzione prevalente della "forza vitale".
B -Quando la Luna è crescente,cioè nelle due settimane circa che seguono il Novilunio,questa "forza vitale",aumenta sulla Terra.Quando la Luna è calante (nelle due settimane circa che seguono il Plenilunio),la "forza vitale",sempre sulla Terra,decresce.
C -Ne consegue che dovete utilizzare_
- la fase crescente per agire al fine di aumentare,attivare,vitalizzare,attrarre,far nascere,acquisire,espandere,ecc.(una qualsiasi cosa,in qualsiasi campo):
- la fase calante per agire al fine di far decrescere,rendere inerte,fragile,allontanare,bandire,distruggere,ecc. (una qualsiasi cosa,in qualsiasi campo).
D - Dunque,se eseguite un rito magico con le candele per aumentare qualcosa (l'amore,il denaro,la salute,il lavoro),per portarlo alla pienezza,incominciatelo a Luna Nuova. Se,all'opposto,intendete eliminare dei disagi (rivali in amore,noie professionali ed economiche,le azioni di magia nera,la "sfortuna"in generale,ecc),incominciate ad agire a Luna Vecchia.
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il lun ott 15, 2007 2:50 pm

[align=center]LE <<DIMORE >>LUNARI[/align]

Il ciclo lunare ha una media di ventotto giorni:esattamente,in rapporto allo zodiaco,la rivoluzione siderale della Luna è di 27 giorni,7 ore e 4 minuti.Tradizionalmente la cintura zodiacale è divisa -in astrologia lunare- i 28 parti o settori,chiamati "case lunari",o "dimore",che non dovete confondere con le Case della domificazione dell'astrologia classica.A ciascuna di queste "dimore" lunari la Tradizione assegna un nome e,particolarmente,delle precise caratteristiche o,meglio,influenze,che dovete conoscere e naturaente utilizzare per rendere più potenti i rituali,specie quelli amorosi.

I dimora - Da 0° 0' a 12°51' dell'Ariete (nome:Almach).Sceglietela per le operazioni volte a ottenere l'amore e anche per provocare una rottura sentimentale,un dissidio tra due persone.

II dimora - Da 12°52' a 25°42' dell'Ariete (Albothaim).favorevole per incoiniare un'azione di separazione o di rottura.

III dimora - Da 25°42' dell'Ariete a 8°34' del Toro (Ascorja).per far nascere un affetto e per agire magicamente su tutto ciò che ha un rapporto con gli alimenti.

IV dimora -Da 8°34' a 21°25' del Toro (Aldebaran). Per una separazione sentimentale,per causare una qualsiasi rottura,totale,tra due o più persone.

V dimora - Da 21°25' del Toro a 4°17' dei Gemelli (Aluxer).Per accentuare i legami d'amicizia,per ottenere l'affetto e la benevolenza del prossimo.

VI dimora - Da 4°17' a 17°8' dei Gemelli (Alkaia). Per provocare un incontro (sentimentale,d'affari).

VII dimora - Da 17°8' dei Gemelli a 0° del Cancro (Al' Dhira).Propizia per risanare il legame di una giovane coppia,per favorire il matrmonio e ogni forma di associazione,naturalmente anche professionale.

VIII dimora - Da o° a 12°51' del Cancro (Amathura). per consolidare una qualsiasi intesa (affettiva,familiare) e per tutto ciò che ha un rapporto con i figli e gli immobili.

IX dimora - Da 12°51' a 25°42' del Cancro (Atarls). Per ogni azione di discordia,di separazione.

X dimora - Da 25°42' del Cancro a 8°34' del Leone (Algelhard). Oltre che alle azioni amorose,è propizia per agire sui nemici che,dichiarati o nascosti allontana e sulle gelosie d'ogni genere.

XI dimora - Da 8°34' a 21°25? del Leone(Azobre).Eccellente per agire su una persona che si vuole liberare da ogni legame (amoroso,professionale,ecc.) che è diventato pesante.

XII dimora - Da 21° 25' del Leone a 4° 17' della Vergine (Atorsiana).Per rafforzare l'intesa tra due persone.

XIII dimora - Da 4° 17' a 17°8' della Vergine (Ashalame). Eccellente periodo per intraprendere una qualsiasi azione su una persona socialmente importante o più anziana.

XIV dimora - Da 17°8' della Vergine a 0° della Bilancia (Azimel). Altra buona dimora lunare per intraprendere un'azione di magia sessuale.

XV dimora - Da o° al 12°51' della Bilancia (Agalphia). Per nuocere all'equilibrio di una coppia,o a una famiglia,o agli immobili (abitazioni,uffici,negozi,magazzini,ecc. ).

XVI dimora - Da 12°51' a 25°42' della Bilancia (Alcibene). Per far nascere una qualsiasi forma di gelosia o disaccordo.

XVII dimora - Da 25°42' della Bilancia a 8°34' dello Scorpione (Archill). Per consolidare un affetto o una qualsiasi situazione:ugualmente per agire contro gli incantesimi e le azioni di magia nera volti a nuocere all'amore.

XVIII dimora - Da 8° 34' a 21°25' dello Scorpione (Alchab.
Per far nascere la discordia in una coppia,in un matrimonio,in una famiglia o in un'associazione,poichè è la dimora che consente di provocare sospetto e gelosia.

XIX dimora - Da 21°25' dello Scorpione a 4°17' del Sagittario (Azarala).per nuocere a ogni genere di affetto,di associazione,di collaborazione.

XX dimora - Da 4°17' a 17°8' del Sagittario (Nahaim). Con la luna in questa dimora si eseguono i riti destinati a respingere una persona o a spezzare un idillio,o una qualsiasi collaborazione o intesa sentimentale o professionale.

XXI dimora - Da 17°8' del Sagittario a 0° del Capricorno (Albelda).Per spezzare una anche solidissima unione o intesa sentimentale o professionale.

XXII dimora - Da 0° a 12°51' del Capricorno (Caalbeba). per facilitare la nascita di un amore o di un'amicizia,o per provocare un ritardo in qualsiasi progetto.

XXIII dimora - Da 12°51' a 25°42' del Capricorno (Caaldebolab). Per porre fine a un matrimonio,a un'amicizia amorosa (anche tra due persone dello stesso sesso),per provocare un divorzio o un'insanabile rottura:per far nascere discordie e malintesi gravi e definitivi tra due o più persone:per utto questo,la XXIII dimora lunare è,tra tutte le altre,certamente quella più adatta.

XXIV dimora - Da 25°42' del Capricorno a 8°34' dell'Acquario (Zaaldodothot).Particolarmente favorevole per tutte le magie d'amore e per quelle segnate da un travolgente erotismo o da una intensa sessualità.E' ugualmente una buona dimora per contrastare le azioni di magia sessuale dei maghi neri.

XXV dimora - Da 8°34' aq 21°25' dell'Acquario (Caalda). Per incominciare un'azione di magia d'amore e soprattutto per influenzare negativamente la sessualità di una persona.

XXVI dimora - Da 21°25' dell'Acquario a 4°17' dei Pesci (Algazaldi). Per attirare ogni forma di protezione su un'intesa sentimentale,sugli affari,e per far nascere il desiderio deel matrimonio.

XXVII dimora - Da 4° 17' a 17°8' dei Pesci (Alga Fermucar). per far nascere una simpatia (di qualsiasi genere),o per frapporre impedimenti e ritardi in un progetto.

XXVIII dimora- Da 17°8' dei Pesci a 0° dell'Ariete (Anaxhe). Per far nascere l'affetto tra due persone,per proteggerlo o consolidarlo.

Ecco un esempio che faciliterà il vostro lavoro.Supponete di volere magicamente porre fine a un'intesa amorosa pregiudizievole per la vostra vita familiare :il momento ideale che dovete scegliere è quello in cui la Luna si trova nella sua XXIII dimora celeste (Caaldebolab),cioè quando transita tra 12°51' e 25°42' del Capricorno (che è il segno dello Zodiaco in cui l'astro si trova in <<esilio>>,opposto a quello che governa,il Cancro).
Supponete, ancora,di voler agire sempre per il vostro scopo,nel mese di agosto del 2008:innanzi tutto dovete consultare le effemeridi
dell'anno e reperire in esse il<< momento>> astrologico in cui la Luna è in passaggio (in <<transito>>)nel decimo swgno zodiacale (quello opposto al quarto,che è il tradizionale <<domicilio lunare>>).


Ancora a proposito della magia lunare,non trascurate i seguenti preziosi aforismi:
1 - "Sorveglia la Luna in 12°....".Non agite mai quando la Luna è nel dodicesimo settore dell'oroscopo,a meno che non vogliate eseguire un rito malefico:ma in questo caso attenzione al "transfert",al "colpo di ritorno"su di voi!
2 -"La Luna e Venere di concerto....".Un buon aspetto tra questi due pianeti (per esempio un sestile),un trigono-purchè uno di esse non sia in Capricorno,Ariete o Scorpione-o una buona congiunzione in Cancro,in Bilancia e particolarmente in Toro,è quanto di meglio possiate impiegare per una magia d'amore,specialmente se il soggetto su cui agite è una donna.

3 -"La data dell'anniversario di un uomo o di una donna è sempre epoca di debolezza....".L'esperienza insegna che il giorno del compleanno è quasi sempre assai "strano",infatti molti riti o danno dei risultati inimmaginabili,e positivi,o al contrario non riescono affatto.
4 -"Un uomo(o una donna) nato in un segno di Acqua (Cancro,Scorpione,Pesci ) o di Terra (Toro,Vergine,Capricorno) riesce a trionfare,magicamente,con maggiore frequenza sui soggetti nati in segni di Aria (Gemelli,Bilancia,Acquario )".
5 -"Agire in Luna ascendente (Nuova) dà particolare successo alle operazioni di magia sessuale".
6 - "Le magie d'amore prive di sensualità rimangono teoriche".
7 - "Se vuoi separare una coppia non rendere l'uomo impotente,ma raffredda la donna....".
8 - "Luna in quadrato con Saturno od opposta a Venere,prega e aspetta....".Con questi aspetti intraprendere un'operazine magica equivale a sciupare tempo,denaro ed energia psichica.
9 - "Urano sul Sole o congiunto alla Luna,prudenza....".Il transito di Urano su uno dei due luminari,specialmente quelli del tema di nascita,è un "momento astrologico" molto delicato,che può riservarvi delle sgradevoli sorprese.
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il gio ott 25, 2007 2:03 pm

[align=center]Le influenze dei giorni della settimana,
dei pianeti e dei "geni"
[/align]

Dopo aver studiato gli influssi delle energie lunari-ricordiamolo:esse sono essenziali in ogni operazione magica!-adesso esaminiamo le "energie" che,in magia pratica,scaturiscono dai giorni della settimana,in perfetta analogia con i pianeti che li governano.

Ogni giorno della settimana ha,fin dalle epoche arcaiche,un particolare significato:esiste il giorno del riposo,del lavoro,della lotta,dell'equilibrio,dell'azione,dell'amore,dei sogni a occhi aperti....Studiatene dunque l'importanza,sempre secondo la migliore tradizione occulta;perchè,oltre che nella fase lunare ideale,dovete eseguire i riti della magia delle candele anche nei giorni maggiormente in sintonia con gli scopi che volete raggiungere.Solo così potete creare una perfetta corrspondenza tra voi e le entità appartenenti alle dimensioni superiori.

Domenica
E' il giorno del Sole.Ha un'influenza favorevole su ogni azione vitale,soprattutto se siete n uomo.In questo giorno ominato dalle "correnti" solari dovete eseguire i rituali volti a ottenere l'avanzamento nella carriera,il trionfo,la gloria e poi quelli che devono portare rapidamente al successo,le iniziative concernenti la vita sociale,l'ambizione,il prestigio,gli onori.Attenzione,però:nella domenica in cui agite il Sole non deve essere occultato da un'eclissi totale o parziale.
L'arcangelo che dovete invocare è MICHAEL.

Lunedì
E' il giorno della Luna.E' particolarmente propizio per le donne e per tutto quello che le riguarda,poi per il concepimento,le attività vegetative,le avventure (specie sessuali) e per la chiaroveggenza (soprattutto nella sfera di cristallo,oggetto-supporto magico che è un perfetto simbolo lunare).Agite in questo giorno se volete influire sul sesso femminile,sulla vita familiare,sui parenti,sul domicilio,sugli immobili,sulle attività a contatto con il pubblico (specie quelle che hanno un qualsiasi rapporto con l'alimentazione e con l'acqua:per esempio,tutto quello che si trova in una località marina o lacustre,oppure un commercio di acque minerali,e così via),sulla fecondità,sulla notorietà,sui favori della folla.
Anche in questo caso,come per il Sole,accertatevi che la Luna non sia in eclissi.
L'arcangelo che dovete invocare è GABRIEL.

Martedì
E' il giorno ,governato da Marte,in cui si trovano riunite potenti influenze positive e negative,dunque va considerato con una certa cautela poichè Marte non conosce nè si preoccupa di ciò che è giusto o ingiusto:egli tende solo alla conquista e alla vittoria,da ottenere con qualsiasi mezzo.Questo giorno è adatto per i riti che richiedono una forza immensa al fine di trionfare sui nemici,ottenere coraggio,lottare o vendicarsi.E' anche utile per difendersi dagli attacchi di magia nera,per distruggere le azioni stregonesche,il "malocchio" o le possessioni diaboliche,facendone ricadere le conseguenze su chi le ha generate.Attenzione:il martedì non è il giorno in cui dovete agire se siete indecisi,timidi,paurosi o eccessivamente scrupolosi:le azioni intraprese possono veramente colpire e ferire gli altri perchè le influenze marziane possono facilmente sfuggire di mano.Dunque,se intendete soltanto controllare,frenare o inibire gli altri,ricorrete senza indugio alla più "tranquilla" energia di Saturno.
L'arcangelo che dovete invosare è SAMAEL.

Mercoledì
E' il giorno di Mercurio,il "gran manipolatore",particolarmente propizio per agire sulle persone giovani.Scegliete il mercoled' per influire su tutte le attività intellettuali,per tenere "legata" la mente di qualcuno,per tutte le operazioni che richiedono adattamento,sottigliezza,abilità,diplomazia,poi per le attività commerciali,il lavoro,la professione,gli scritti,i brevi viaggi,i problemi di salute e tutte le cose che richiedono o comportano dei rapidi cambiamenti ( in quest'ultimo caso,meglio se con la Luna in transito in un segno "mutevole",cioè in Gemelli,Vergine,Sagittario o Pesci ).
L'arcangelo che dovete invocare è RAPHAEL.

Giovedì
Giorno del "Gran Benefico",Giove.E' il pianeta che espande le cose,buone o cattive,che già esistono.Espande il vostro lavoro,i guadagni o le vostre conquiste sentimentali.NON ve le fa ottenere se non esistono.Proprio come dice la Bibbia:"A chi ha,sarà dato....".Dunque,se siete senza lavoro,senza soldi o senza amore,rivolgetevi piuttosto a Venere,o a Mercurio,anzichè a questo Maestro degli Dèi,che infatti apprezza e aiuta soltanto l'abbondanza e non la pochezza o l'indigenza.La sua energia,delicatissima,va manipolata quasi come quella di Marte,con grande prudenza:perchè vi farà diventare sempre più ricchi,più amati o fortunati nella professione,se lo siete già:mentre vi toglierà quel poco che avete se presumete troppo.Dunque agite di giovedì quando volete ottenere il massimo.in qualsiasi campo(guadagni,vita sociale,affari legali o ufficiali,cospicuo benessere,e via dicendo ).
L'arcangelo da invocare è SACHIEL.

Venerdì

E' il giorno di Venere,la Piccola Benefica,che protegge l'equilibrio della Natura e incoraggia l'ordine di tutte le cose.Il giorno di Venere è molto favorevole a tutto ciò che concerne la perfezione fisica e l'armonia,la bellezza,l'arte,la musica,il matrimonio,l'amore che non distrugge l'intesa di un'altra coppia,la pace in famiglia,la fecondità degli esseri umani,degli animali e delle piante,i colpi di foertuna pura in tutti i campi,e a ricomporre ogni dissidio,a far svanire la gelosia.
L'arcangelo che dovete invocare è ANAEL.

Sabato.
Giorno di Saturno,in cui dovete agire magicaente quando volete "condensare",cristallizzare una qualsiasi situazione.Infatti le influenze di Crono (il Tempo,la Pazienza:osservatene l'immagine nel nono arcano maggiore dei tarocchi.L'Eremita)frenano,rallentano,bloccano,ritardano,contrastano,restringono e limitano le persone,le cose e gli avvenimenti,secondo le leggi naturali.Poichè le energie di Saturno sono pratiche,salvatrici e fondamentalmente benefiche,e non malefiche,non eseguite un rito pregiudizievole nel suo giorno (è più indicato il marted',con tutta la prudenza che abbiamo già descritto).per esempio,agite in un sabato quando intendete aiutare una persona in difficoltà,con l'intenzione di bloccarne le traversie:indubbiamente riceverete in cambio un'adeguata ricompensa spirituale.Questo giorno serve anche a dare,o a ridare,buon senso;poi è ideale per tutto quello che è in rapporto con case e terreni,con il "destino",il Karma di ogni essere vivente;per la meditazione,per disporre del giusto autocontrollo nelle situazioni difficili,per le azioni connesse con la longevità,lo sconosciuto o l'astratto,i problemi legali.Infine,per cercare di trovare qualcosa che si è perso o per mantenere un segreto,per scopi leciti.
L'arcangelo da invocare è CASSIEL:
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il gio nov 08, 2007 3:00 pm

[align=center]Riti

La novena[/align]

Per incominciare ad acquisire una certa pratica,dovete per forza fondare le vostre esperienze sui rituali meno impegnativi,soprattutto se stste muovendo i primi passi nel meraviglioso mondo della magia.L'ideale è inoziare con una "novena",grazie alla quale chiedete all'invisibile di realizzare un vostro desiderio,una piccola cosa (proprio così;sapete bene che gli edifici si costituiscono partendo dalle fondamenta e non dal tetto....).
"Novena"(che deriva dall'aggettivo latino noveni,"a nove a nove") è detto un ciclo di preghiere o funzioni speciali che si fanno per nove giorni consecutivi,in preparazione a una festa o per ottenere una grazia.Una novena con le candele magiche consiste nel bruciare un poco ogni giorno nove piccoli ceri,con la consapevolezza di bruciare con essi anche gli errori e le preoccupazioni del passato o del presente.
Dovete "sintonizzarvi" con le energie astrali nel modo ottimale,perciò incominciatela a Luna Nuova,una domenica,giorno del Sole:terminando così nove giorni dopo,un lunedì,giorno della Luna,"chiuderete il cerchio" dei due luminari.Al contrario,alcune scuole di magia consigliano di iniziarla nell'ultimo quarto(indicato nel calendario dal simbolo Immagine ) e di terminarla,il secondo giorno del Novilunio.in ogni caso,fate entrambe le esperienze e scegliete poi quella che più "sentite" nello spirito,o che dà i migliori risultati.
Vi occorre il seguente materiale:
-due candele "da altare",una bianca e una nera;
-una candela "astrale" del colore in analogia con il vostro segno zodiacale;
-nove candele "astrali",rispettivamente di colore arancione,bianco,rosso,giallo,porpora,verde,grigio,blu e viola;
-un temperino,o uno spillone;
un incensiere,con carboncino e incenso speciale,o come ultima risorsa alcuni bastoncini di incenso;
-una fialetta di olio per unzioni;
-una nappa da altare (e possibilmente l'altare vero e proprio);
-un accendino;
-un foglio di alluminio (e un panno per asciugarvi le mani).
Scegliete l'ora per incominciare la novena:fate in modo che sia un'ora in cui,nei successivi otto giorni,contate di essere abbastanza liberi (il momento migliore è la sera,quando rincasate dal lavoro,o prima di coricarvi).Questo perchè dovrete accendere e far bruciare le candele sempre,possibilmente,alla stessa ora.
Lavatevi le mani con cura e asciugatele.Coprite l'altare con la nappa,posatevi il foglio di alluminio e disponetevi sopra tutte le candele,coricate.
Accendete il carboncino nell'incensiere (posto sull'altare a destra):quando è rovente,cospargetelo con due pizzichi di incenso speciale.Nella fumigazione che si produce passate prima le mani e poi tutte le candele,rapidamente ma consapevoli,con questo atto,di purificarle.
Versate un poco di olio speciale nel palmo della mano sinistra,bagnatevi leggermente il pollice destro e incominciate a ungere completamente una candela alla volta (potete tenerla tra pollice,indice e medio della sinistra),coscienti di esorcizzare e sacralizzare i vostro oggetti magici.Nel corso di questa importante operazione,mantenete vivo nello spirito lo scopo di ciò che volete ottenere dalla novena magica.
Pulitevi le mani.Aggiungete altro incenso.
Con il temperino,incidete le vostre iniziali sulla candela astrale che vi rappresenta.
Disponete le candele sulla nappa,in piedi,in questo modo:a destra la candela da altare di colore nero,poi verso sinistra,le nove astrali nell'ordine sopra riportato,infine quella da altare bianca.Mettete la candela personalizzata con le vostre iniziali al centro della fila che avete formato,ma un poco più in basso.
La figura illustra la disposizione finale dei ceri.

Immagine

Accendete le candele,incominciando da quella nera.Osservatene le fiamme per qualche minuto,poi rivolgetevi all'invisibile,esponetegli il vostro caso e formulate la richiesta,quello che volete ottenere con la novena delle candele magiche,con voce ferma,con spirito determinato e manifestando la massima fiducia nella riuscita.pregate per almeno dieci-quindici minuti,il tempo che deve durare il rito ogni giorno(naturalmente secondo la misura dei ceri che,ricordatelo,devono durare nove giorni).Non ci sono in questo caso delle preghiere particolari:potete dire tutto ciò che nasce dentro di voi,oppure scegliere un salmo di Davide,dialogare con dio,con un pianeta,un'entità o con il vostro spirito guida.
Al termine della preghiera,spegnete le candele a una a una,incominciando sempre da quella nera.Congedate l'invisibile con gratitudine.non toccate più le candele,non spostatele per nessun motivo.Controllate lo spegnimento del carboncino.La cerimonia è finita.
Riprendete il giorno seguente,possibilmente sempre alla stessa ora.Accendete le candele nello stesso ordine del giorno precedente,ripetete la preghiera per il tempo necessario,spegnete,congedate l'invisibile.Non dimenticate di bruciare un poco di incenso.
Procedete così ogni giorno,fino al nono.Concludete la novena lasciando bruciare i ceri fin quasi alla fine.Spegneteli nel solito ordine e,al più presto,sotterrate tutti i residui (i mozziconi,le gocce di cera gocciolate sul foglio di alluminio,ciò che resta dei carboncini e dell'incenso).
Generalmente,la novena dà un esito entro il mese lunare seguente(ventotto giorni circa).
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il dom nov 11, 2007 3:49 pm

[align=center]Rituale di difesa e protezione:
il cerchio magico.
[/align]

Se avete studiato la vera magia per esempio quella del Medio Evo,conoscete sicuramente l'importanza,nell'immenso cammino dell'occulto,di quella figura geometrica che è il cerchio magico.Naturalmente non intendiamo evocare nel vostro pensiero i cerchi dalla descrizione melodrammatica o,peggio,agghiacciante,sul genere di quelli che nei secoli passati si ponevano a cavaliere tra il sensazionale e l'orrido.Invece diciamo che il cerchio,quello vero,è una figura fondamentale e di valore indiscutibile nelle corrette operazion magiche.Studiamone il simbolismo.
In primo luogo rappresenta l'infinito,tutto ciò che non ha nè principio,nè fine.E,particolarmente in magia pratica,è un limite invalicabile,una efficacissima protezione che ha l scopo di bloccare le frze negative,"profane",che potrebbero indirizzarsi verso il Mago che opera:dall'istante in cui si pone al centro di questa figura,si circonda di una sfera bidimensionale di potere magico,che si estende sia sopra ia sotto di lui.Inoltre,il cerchio è un eccellente condensatore di energia psichica.
Con le candele magiche anche voi potete eseguire un efficace rito di protezione e di purificazione da tutto ciò che è negativo nei due mondi,il visibile e l'invisibile.
Per prima cosa dovete progettare l'operazione con molta cura.Scegliete:
-la fase lunare:come abbiamo detto precedentemente,il ciclo della Luna vecchia(calante) è ideale per bandire,allontanare,eliminare o porre fine a una qualsiasi cosa,perciò dovete agire dal plenilunio in poi;
-il giorno:un martedì,pochè le energiche influenze di Marte sono utili per difendersi dal male,insieme a quelle dell'arcangelo Samael;
-il luogo in cui eseguire il rito:può essere la vostra camera,una soffitta o una cantina.Molti occultisti preferiscono agire all'aperto,naturalmente in un posto tranquillo,dove sono sicuri di non essere osservati o disturbati.Essi pensano che il rituale eseguito in mezzo alla Natura,oltre ad essere più suggestivo,riesca a metterli meglio in contatto con l'Universo.Se lo eseguite a casa,potete scegliere di formare il vostro cerchio sul pavimento o,meglio,su un tavolo,robusto quel tanto che basta per reggere il vostro peso.In questi due casi,dovete stendere un telo o dei fogli di giornale sotto i piedi,per eviare il fastidioso gocciolio della cera.-il "momento magico";i buoni o cattivi Geni sono maggiormente attivi nelle ore prive di luce,perciò stabilite di operare a notte inoltrata,per esempio dalle 22 in poi.

Mezz'ora circa prima del momento stabilito,purificatevi facendo un bagno o una doccia,o lavatevi almeno le mani con cura,poi preparate il materiale che vi occorre:
-quattordici candele astrali,delle quali due di colore blu non troppo scuro,e dodici di colori diversi (bianco,rosso,verde,rosa,giallo,porpora,nero,marrone,grigio,viola,blu,arancione):
-il bruciaprofumi,il carboncino e una doppia dose di incenso speciale:
-due fialette di olio per unzioni:
-l'accendino.
Per mezzo di una bussola,cercate i quattro punti cardinali e segnateli sul telo,sulla carta o sul suolo;evidenziate bene l'Est.
Disponete il bruciaprofumi verso Est,accendete il carboncino,cospargetelo di incenso e,nella fumigazione che si produce,passate prima le mani e poi tutte le candele,consapevoli di purificarle ed esorcizzarle.
Ungetele,una alla volta,nel modo che conoscete,sempre concentrandovi sullo scopo dell'operazione.Posatele al centro del telo o della carta (tenete presente che il diametro del cerchio deve essere di almeno un metro)e asciugatevi le mani.
Aggiungete altro incenso.
Se la stagione lo permette,spogliatevi completamente,togliendo anche anelli,orecchini,orologio e catenine.Spegnete ogni fonte di luce profana,se operate in casa.
ponetevi al centro dell'immaginario cerchio,rivolti verso Est.Partendo da questo punto cardinale disponete attorno a voi le dodici candele (tenete da parte quelle blu),in senso orario.Come sapete,questa figura magica si inizia sempre da Est:mettete.una alla volta,le altre undici candele-ripetiamo in senso orario.in modo da formare un circolo attorno a voi,proseguendo verso Sud,Ovest,Nord e ancora Est.
A partire da questo momento non dovete interrompere il rito nè uscire dal cerchio per nessun motivo!
Concentratevi,accendete per prima la candela a Est,poi le restanti undici,in senso orario.
Sempre rivolti verso la direzione occulta tradizionale,quella cioè in cui sorge il Sole,lanciate il vostro appello all'arcangelo Raphael,con enfasi,pressapoco in questo modo:
"Arcangelo Raphael,io....(il vostro nome e cognome),ti chiedo di proteggere questo cerchio da tutte le influenze negative e di mostrarti favorevole a questo mio lavoro magico".
Subito dopo volgetevi verso Sud e ripetete la stessa invocazione,indirizzata però all'arcangelo Michael;volgetevi verso Ovest e invocate l'arcangelo Gabriel,e infine a Nord,invocando l'arcangelo Uriel.Ad ogni quarto,ad ogni invocazione,visualizzate un arcangelo con la spada fiammeggiante che vi protegge e scaccia il male.
Alimentate l'incensiere.
Volgetevi verso Est e immaginatevi purificati e protetti dal male in modo possente,grazie alla barriera di fuoco che si frappone tra voi e l'invisibile.Chiedete all'arcangelo Samael (che presiede al giorno in cui agite) quello che desiderate (la purificazione,la protezione immediata) con parole semplici ma in modo abbastanza imperativo e determinato.
Lasciate bruciare le dodici candele per cinque-dieci minuti,poi prendete,nella mano sinistra,una delle due candele blu,accendetela,innalzatela verso il cielo tendendo il braccio e ripetete la vostra richiesta,coscienti,con questo atto,di raddoppiare la forza del rito.prendete la seconda candela blu,nella mano destra,accendetela,innalzatela anch'essa verso gli dèi,in questo modo triplicate la forza dell'invocazione,della purificazione e della protezione.
Ringraziate e congedate gli arcangeli dicendo:(verso est)"Raphael,(a Sud)Michael,(a Ovest) Gabriel,(a Nord) Uriel,(ancora a Est) Samael,in questo giorno il vostro aiuto è stato gradito.Vi ringrazio per la protezione che mi avete accordato durante questo periodo di lavoro magico,e di quella che mi concederete in futuro".
Spegnete,con il soffio,le due candele che avete nelle mani,poi tutte le altre,incominciando sempre da Est e procedendo in senso antiorario.
Raccogliete tutti i residui delle candele,dell'incenso e del carboncino e sotterrateli al più presto.
I buoni effetti di questa operazione del "cerchio magico" sono generalmente rapidissimi.
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Messaggioda birillino8 il mer nov 14, 2007 2:38 pm

[align=center]Come materializzare un desiderio nel sonno.[/align]

Durante il sonno il vostro subconscio può recepire una determinata immagine che visualizzateprima di addormentarvi.Così,grazie a un rito con una candela magica,siete in grado di portare a compimento un desiderio.Non è superfluo ricordarvi che,all'inizio di questa esperienza,dovete cercare di materializzare le piccole cose,i desideri apparentemente minimi:un poco alla volta,grazie all'esercizio,perverrete a finalizzare quelli di maggiore portata.
Questa interessantissima e valida esperienza è basata sui due seguenti principi:
1)-l'invocazione a Uriel,l'arcangelo che è in analogia con gli influssi del pianeta Urano,cioè le cose improvvise,i cambiamenti che intervengono rapidamente in ogni circostanza,gli inaspettati colpi di fortuna in tutti i campi,specialmente nei periodi troppo statici,piatti,dell'esistenza;tutto questo perchè le energie di Urano,astro della folgore e dell'elettricità,si manifestano in modo analogo,cioè fulmineo.
2)-l'accensione di una candela magica del colore corrispondente al vostro desiderio.
Come sempre dovete rogrammare con cura l'azione magica:per attirare qualche cosa,scegliete sempre il ciclo lunare compreso tra il Novilunio e il Plenilunio,tralasciando però il giorno che segue e che precede le due fasi (esempio:se la Luna Nuovai forma il 14 e quella Piena il 28 del mese,agite di preferenza nel periodo compreso tra il 15 e il 27);per allontanare,per porre fine,agite nel ciclo compreso tra il Plenilunio e il Novilunio(Luna calante).
Poi scegliete una candela "astrale " del colore in analogia con il desiderio.Le dimensioni non hanno importanza,mentre è essenziale la corretta scelta del colore,le cui vibrazioni trasmetteranno il pensiero dell'Universo.Perciò se intendete materializzare rapidamente un pensiero amoroso,orientatevi sul colore verde,quello di Venere;se volete migliorare le condizioni professionali,scegliete il colore marrone,quello di Mercurio in Vergine,e così via,secondo gli indici dei colori che già abbiamo visto.
E' evidente che anche il giorno dell'operazione deve essere quello in analogia con il pianeta:colore verde=Venere=venerdì:marrone=Mercurio=mercoledì.
Dopo aver progettato il rito,preparate gli accessori:
-la nappa d'altare;
-l'incensiere,il carboncino e l'incenso speciale;
-l'olio per unzioni;
-un pezzo di carta da disegno bianca e pulita (cm.15x15 circa);
-un pennarello;
-un temperino o uno spillone;-un accendino;
-un candelabro.
Incominciate il rito con la consueta purificazione di tutto il corpo o delle mani,che deve avvenire almeno un'ora e mezzo prima del riposo notturno,poichè dovete dedicare circa mezz'ora ai preparativi.
In un angolo della stanza in cui dormite,al lato opposto al letto,preparate l'altare,stendendo (per esempio su un tavolino,su un cassettone) la nappa sulla quale ponete,orientato a Est,il candelabro,e a Ovest il bruciaincenso e tutto l'altro materiale.
Con il temperino o lo spillone,incidete sulle candele le vostre iniziali.Acendete il carboncino,cospargetelo con un pò d'incenso e nella fumigazione passate le mani e la candela;che poi ungete nel solito modo,con delicatezza e attenzione,sempre visualizzando lo scopo del rito.Inseritela nel portacandela e accendetela,controllando con l'orologio che manchi circa un'ora al momento in cui andrete a dormire.
Di fronte alla candela (spegnete ogni altra fonte di luce),invocate Uriel,in questo modo:
"Arcangelo Uriel,Signore dei rapidi mutamenti,ti chiedo aiuto e ispirazione per questa notte.Mentre dormirò,tu agirai in mio favore nelle dimensioni celesti e farai avverare il desiderio che ho nel cuore!"
Materializzate la richiesta:disegnate sul foglio di carta,con il pennarello,nel modo più semplice possibile,il desiderio.Ad esempio,se volete trovare casa,fate un disegno che raffiguri un edificio;se pensate ad una donna,rappresentate un corpo femminile (con accanto il nome,se lo conoscete);se desiderate vincere al gioco,abbozzate una cornucopia dalla quale esce una cascata di monete,e via dicendo.Ricordate:non dovete eseguire un'opera d'arte,l'importante è il "pensiero" che materializzate sul foglio:è questo il mezzo per fare entrare nel vostro cervello l'idea di ciò che desiderate.Osservate lo schizzo per qualche minuto e subito dopo invocate nuovamente Uriel:"Arcangelo Uriel,Signore della folgore,fa avverare il desiderio che chiedo questa notte.Per la tua potenza,fa girare la ruota della fortuna in mio favore!"
Piegate il foglio (che adesso è il vero e proprio "catalizzatore del desiderio ) in tre mettetelo sotto ilcuscino.Dopo tre quarti d'ora circa,andate a dormire.Nella notte la candela deve bruciare fino a consumarsi completamente (fate in modo che non provochi danni,ponendo sotto il candelabro un piatto o un foglio di alluminio).
L'indomani,al risveglio,prendete il catalizzatore da sotto il cuscino e,di fronte a ciò che resta della candela,dite:
"Arcangelo Uriel,signore di Urano,dio della folgore e grande ispiratore degli esseri che vivono sulla terra,ti ringrazio dell'aiuto che mi hai dato e di avere fatto avverare il mio desiderio mentre ero tra le braccia del sonno!"
Subito accendete il catalizzatore e bruciatelo,consapevoli che nel corso della notte il disegno sopra impresso-la materializzazione del pensiero-si è anch'esso "bruciato"nel vostro subconscio e l'evento rappresentato è stato trasportato nelle propizie sfere degli Dèi.
Senza perdere tempo,la mattina stessa,sotterrate ciò che resta delle candele,i residui del carboncino e dell'incenso,e naturalmente le ceneri del catalizzatore.
Aspettate in assoluta calma e serenità l'esito del rito,che si produrrà nei ventotto giorni successivi.Allora,non dimenticate di ringraziare Uriel e gli infiniti altri buoni Geni,in un modo tangibile;se per esempio,vincerete una piccola o grande somma,destinatene un cinque-otto per cento a opere di bene.Perchè avete due mani,una per ricever e e una per dare.....
Immagine
Avatar utente
birillino8
Moderatore


Messaggi: 3530
Iscritto il: dom feb 20, 2005 10:14 pm
Località: Genova

Prossimo

Torna a Un pò di magia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group