Il Sistema Solare

Moderatori: juventina1978, Misscoty

Il Sistema Solare

Messaggioda Misscoty il gio gen 11, 2007 11:28 pm

Immagine

[font=Comic Sans MS]Il sistema solare è composto da nove pianeti principali e da una grande quantità di satelliti. Il Sole è una stella particolare, infatti la maggior parte delle stelle hanno come compagno un altra stella. Tutti questi oggetti celesti sono uniti da una grossa forza gravitazionale prodotta dal Sole, questo insieme prende il nome di sistema solare. Tutti questi i corpi celesti del sistema solare non riflettono la luce solare. I pianeti che orbitano intorno al Sole sono più o meno sullo stesso piano, questo piano immaginario prende il nome di eclittica, i pianeti se li osserviamo dal polo nord del Sole, orbitano in senso antiorario, le loro orbite risultano eclittiche, cosi la loro distanza dal Sole varia in continuazione durante il corso della rivoluzione, Venere è il pianeta con l'orbita che risulta maggiormente circolare, con un orbita che varia di solo 1.5 milioni di km.. Molti corpi minori, e asteroidi del nostro sistema solare, hanno orbite ancora più ellittiche, le comete sopratutto hanno orbite molto allungate. Partendo dal Sole i pianeti che compongono il sistema solare sono nell'ordine: Mercurio, Venere, La Terra, Marte, Giove, Saturno, Urano, Nettuno e Plutone. I quattro pianeti interni sono composti di materiale roccioso, con dimensioni relativamente piccole. Poi arrivano i pianeti giganti, che sono prevalentemente composti da gas di vario genere, Plutone infine è una piccola palla di roccia e ghiaccio che delimita il nostro sistema solare, Plutone è anche il pianeta con l'orbita più ellittica, che addirittura spesso taglia l'orbita di Nettuno. Il punto più vicino al Sole dell'orbita di un corpo celeste prende il nome di perielio, quello più lontano l'afelio. L'unità di distanza nel sistema solare è l'unità astronomica, ossia la distanza media fra il Sole e la Terra che equivale a 149.597.870 km. Questa distanza viene percorsa dalla luce in 8 minuti circa. Anche se l'unità astronomica è grande, a paragone delle distanza a cui siamo abituati nella Terra, essa risulta insignificante a paragone dell'anno luce, che equivale a 63.240 unità astronomiche. I pianeti che orbitano intorno al Sole, sono più lenti nella loro orbita man mano che si allontanano da esso. Praticamente il periodo orbitale di ciascun pianeta è il suo "anno", ma comunemente il periodo viene espresso in giorni e anni terrestri. I periodi orbitali variano dagli 88 giorni di Mercurio ai 250 anni di Plutone, questi anni orbitali sono chiamati periodi siderali inquanto sono misurati rispetto alle stelle lontane.[/font]
Immagine
Avatar utente
Misscoty
Moderatore


Messaggi: 1068
Iscritto il: gio feb 10, 2005 2:59 pm
Località: Lanciano (Ch)

Messaggioda Misscoty il gio gen 11, 2007 11:36 pm

[font=Comic Sans MS]L'ORIGINE DEL SISTEMA SOLARE

Circa 5 miliardi di anni fa,al posto degli odierni sole,luna,terra e pianeti, un ipotetico viaggiatore avrebbe visto…una nube. Una grande nube di gas e polveri vagante nello spazio.
Questa nuvoletta è detta NEBULOSA LOCALE, e più in là avrebbe dato forma ai nove pianeti ed al Sole che popolano il nostro Sistema Solare.
Questo avvenne grazie all'esplosione di una stella vicina alla nebulosa locale,che proiettò una quantità immensa di gas incandescenti che raggiunsero la nostra nube.
I gas crearono dei nuclei di condensazione che aggregati con altri materiali iniziarono a generare un vortice di gas…un disco gassoso.
Al centro di questo disco c'era una sfera di gas leggeri come l'idrogeno che continuava ad ingrandire. Tutti i gas si comprimevano e qualunque gas sia sottoposto a compressione si riscalda;così questa enorme sfera cominciò ad accendersi fino a diventare una stella…il Sole. La temperatura nel nucleo saliva vertiginosamente stritolando gli atomi.Arrivati a 10 milioni di gradi circa gli atomi di idrogeno venivano fusi in quelli di elio sprigionando una quantità enorme di energia.
Quindi all'interno del Sole avvennero,e avvengono continue esplosioni che potrebbero far 'scoppiare' il Sole in pezzi,se non fosse per l'attrazione gravitazionale che tiene serrati gli atomi esterni.Intorno al Sole si stavano aggregando altri gas e polveri che più in là avrebbero portato gli elementi più pesanti nella parte interna e i gas più leggeri all'esterno, in modo tale da creare nucleo e atmosfera primitiva. Col trascorrere di milioni di anni la nebulosa locale scomparve e al suo posto si formò il sistema solare.
[/font]
Immagine
Avatar utente
Misscoty
Moderatore


Messaggi: 1068
Iscritto il: gio feb 10, 2005 2:59 pm
Località: Lanciano (Ch)

Messaggioda Misscoty il lun gen 15, 2007 4:58 pm

[font=Comic Sans MS]Tutti i corpi del sistema solare ruotano su orbite ellittiche attorno al Sole che rimanendo fermo occupa uno dei due fuochi di ogni ellisse. I pianeti soprattutto, si muovono con orbite poco eccentriche e quasi tutti sullo stesso piano dell'orbita terrestre (per definizione chiamato eclittica), ragion per cui dalla Terra li vediamo attraversare insieme al Sole la stessa fascia celeste al centro dello Zodiaco. Viceversa i pianeti nani ed i corpi minori (asteroidi, comete e meteoroidi) sono caratterizzati generalmente da orbite più allungate ed inclinate.

Ogni corpo del sistema solare si muove secondo velocità diverse a seconda della distanza dal Sole, più velocemente quando si trova nei pressi della stella, al perielio, e meno velocemente quando si trova nel punto più lontano da essa, all'afelio. Durante questo movimento infatti, a causa delle orbite che non sono circolari, ma ellittiche, la distanza dal Sole varia fra un minimo ed un massimo.

[align=center]Immagine[/align]

Inoltre, come nel caso dei pianeti, i quali occupano orbite situate a distanze crescenti, con la distanza aumenta anche il tempo impiegato a percorrere una rivoluzione completa, ossia quel periodo che per la Terra vale 1 anno siderale ovvero 365,25 giorni.

Tutto ciò è una diretta conseguenza della legge di gravitazione universale, elaborata da I. Newton, che afferma: "fra due qualsiasi corpi esiste una forza di mutua attrazione direttamente proporzionale al prodotto delle rispettive masse ed inversamente proporzionale al quadrato della loro distanza."

Ne deriva dunque che orbitando attorno al Sole i maggiori corpi del sistema solare percorrono orbite quasi circolari, od ellittiche a bassa eccentricità, che per definizione geometrica, così come i cerchi sono il luogo geometrico dei punti di un piano aventi la stessa distanza dal centro, sono il luogo geometrico dei punti di un piano che hanno la stessa somma delle distanze da due punti denominati fuochi. Tuttavia gli scienziati presumono che esistano anche corpi, le comete, che in alcuni casi possano percorrere orbite paraboliche, od addirittura iperboliche, che le porteranno a perdersi nello spazio galattico dopo essere transitate attorno al Sole.[/font]
Immagine
Avatar utente
Misscoty
Moderatore


Messaggi: 1068
Iscritto il: gio feb 10, 2005 2:59 pm
Località: Lanciano (Ch)


Torna a Astronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group