Nani

Moderatore: Misscoty

Nani

Messaggioda Misscoty il ven mar 09, 2007 11:36 am

Immagine

I Nani sono dei personaggi fantastici che vivevano nell'Europa settentrionale, abitando rocce, caverne, terrapieni e perfino crepe dimenticate nelle fattorie e nei granai. Essi condividevano la vita ardua e rozza dei loro vicini contadini. Erano dediti alle arti magiche e molto saggi nelle questioni legate alle stagioni e alla Terra. I loro nomi cambiavano da regione a regione. Nelle isole britanniche si chiamavano goblins, knacers e leperchauns, in Grmania Erdleute e Stillevolk, mentre gli scandinavi li indicavano con i nomi di trolls, bergfolk e huldrefolk.
I loro discendenti sulla terra, la loro abilità e la loro bassa statura erano universali. Essi condividevano anche un'altra caratteristica, suggerita dal termine tedesco " Stillevolk, ovvero gente tranquilla: erano una razza solitaria. Nonostante la vita dei nani fosse legata a quella della gente e dei contadini della stessa Terra, l'influenza reciproca era una sorta di cooperazione segreta e di ambigua monelleria.
La loro presenza era molto spesso evidente nel paesaggio o nell'alito del vento. Una macchia di vegetazione rigogliosa sul pendio erboso di una collina poteva indicare la presenza dei fuochi sotterranei della fucina o della fucina o della fornace di un nano, che riscaldava il suolo e accellerava la crescita della vegetazione. All'interno della terra, un suono leggero proveniente da una zona non scavata dai minatori umani rivelava l'attività di un gruppo di nani minatori. In Scandinavia, gli echi provenienti dai pendii montuosi erano noti in lingua norvegese con il termine dvergamal, "voce del nano". Si diceva che fossero i nani, per divertimento a creare gli echi, imitando qualsiasi suono raggiungesse il loro territorio.
I nani si erano uniti con i primi esseri umani in precedenza, ancora prima che i mortali aprissero gli occhi e iniziassero a dominare la nuova Terra. I nani delle Faroer rappresentavano una razza che aveva subito un lungo declino. Erano vecchi come le rocce in cui abitavano, e da quell'antico legame con la Terra proveniva una saggezza concreta e una familiarità con i misteri della terra. Di quel loro passato restano numerosi vestigia: era noto che i nani a volte accumulavano nelle montagne e nelle grotte tesori antichi creati dai loro antenati, e che praticavano la magia da tempo immemorabile. Erano legati alla terra e da essa alimentati, dominavano gli elementi terrestri. I primi NANI non contavano donne fra di loro e riproducevano la propria razza creando nuovi nani dalla roccia. L'abilità con cui lavoravano il metallo e le gemme trovò applicazione ben oltre il loro regno sotterraneo: Gli dei scandinavi erano dediti alla guerra e al lusso e si rivolgevano ai nani per le armi e gli ornamenti.
Nonostante tutte le diversità i nani possono essere classificati in base alla loro attività e alle loro relazioni con gli esseri umani. Alcuni come o browines britannici e i massarioli italiani, erano poco più che servi, seppur capricciosi. Altri, come i leprechauns irlandesi, accumulavano tesori e quindi venivano perseguitati dagli umani. Altri come i berretti rossi, sanguinari della Scozia, erano persecutori, ma non perseguitati.
Un'antica tribù di nani viveva però lontano dagli uomini, era oggetto di curiosità, e raramente veniva vista . Erano i timidi pitikos delle isole della Grecia. Erano contadini minacciati ogni anno da stormi di gru migratorie affamate. Quando i grandi uccelli oscuravano il cielo i pitikos, alti come un piede, dirigevano il loro piccolo bestiame nelle grotte, poi prendevano le armi e allontanavano gli stormi.


- Immagini "Folletti, Gnomi e Nani"
- "Intro - Un mondo magico"
Immagine
Avatar utente
Misscoty
Moderatore


Messaggi: 1068
Iscritto il: gio feb 10, 2005 2:59 pm
Località: Lanciano (Ch)

Messaggioda Misscoty il ven mag 11, 2007 10:04 pm

I Nani sono noti per la resistenza, la praticità e l'incrollabile lealtà. La maggior parte di loro vive su altopiani rocciosi o in profonde caverne, poiché in loro, forse più che in ogni altra razza, è forte il ricordo delle origini.

Caratteristiche fisiche: Sono bassi, massicci e molto forti, hanno capelli neri, rossi o castano scuro. I nani hanno una resistenza alla fatica eccezionale. L'altezza varia da 122cm a 152cm nell'età adulta, vivono dai 200 ai 400 anni.Vedono bene anche nel buio più fitto.
Portano spesso la barba, folta e o legata in trecce, anche i capelli spesso sono lasciati crescere.Temono l'acqua e difficilmente sanno nuotare. Sono esperti minatori e superbi artigiani, oltre che insuperabili lavoratori della pietra; Sono monogami, vivono in gruppi molto uniti e preferiscono dimorare in città sotteranee, che scavano nel cuore delle colline o delle montagne più impervie.

Religione: I nani credono che ogni linea genealogica sia protetta da uno spirito diverso, comune a tutti gli appartenenti a quella stirpe; questo spirito permea tutti coloro che ne fanno parte. Venerano gli antenati più di ogni altra cosa (eccettuato naturalmente Aulë , l'Artefice) e credono che in ogni Re esista parte dello spirito dei suoi predecessori. I Nani del "Popolo di Durin", di Moria e degli altopiani di Rhovanion, credono fermamente che i loro Re siano tutti la reincarnazione dello spirito di Durin, l'Immortale.

Altre caratteristiche: I nani sono sobri, taciturni, possessivi, sospettosi, attaccabrighe, introversi e spesso avidi. Guerrieri tenaci, lottano fino allo stremo e non si arrendono mai. Ogni nano tratta il suo simile come un fratello e considera i membri delle altre razze quasi come esseri inferiori che, in un modo o nell'altro, rappresentano una costante minaccia.I nemici giurati di questo popolo sono gli Orchetti, i Warg e i Draghi. Inoltre sono molto sospettosi nei confronti di tutti gli stregoni e in particolare degli Elfi: hanno sofferto troppo a causa della loro magia.

Lingue conosciute: I Nani, nei rapporti con le altre razze, parlano l'Ovestron, che è il linguaggio comune della Tera di Mezzo, o alcune lingue Elfiche. tra di loro, invece, parlano in Khuzdul, una lingua antichissima e segreta la cui tradizione conservano gelosamente, essendo praticamente ormai i soli a conoscere.
Immagine
Avatar utente
Misscoty
Moderatore


Messaggi: 1068
Iscritto il: gio feb 10, 2005 2:59 pm
Località: Lanciano (Ch)


Torna a In un posto magico con un paio d'ali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group