Pagina 1 di 1

FIGLIA DEL VENTO

MessaggioInviato: mer mag 20, 2020 3:52 pm
da CLAUDIOCISCO

Lei è nata sulle rive del Sindh

aveva lunghi capelli neri,

sua madre la lavò nel fiume

suo padre le cantò una canzone tribale.

È nata mentre arrivava l’inverno

le capanne erano fredde,

crescendo ha teso la mano, la sua voce voleva parlare

ma la gente volgeva lo sguardo altrove.

Ha camminato a piedi scalzi

e ballato sotto la luce del sole

mentre i violini sembravano piangere in musica,

e i vecchi del campo narravano misteriose leggende.

L’hanno vista fare l’amore sulla terra nuda

parlare agli animali

sfogliare i petali d’un fiore

giocare prendendo per mano i bambini del campo.

Lei leggeva il destino

vedeva l’anima riflessa negli occhi

poi in silenzio

riprendeva il suo cammino.

È una ROM figlia del vento

la sua strada è lunga e faticosa

ma è libera e felice di essere quel che è:

la vita è andare verso dove non sai.