Jean-François Millet

Moderatori: juventina1978, Misscoty, birillino8

Jean-François Millet

Messaggioda Soleanna1 il lun giu 11, 2007 3:59 pm

Jean-François Millet

[align=center]Immagine[/align]

[align=center]Immagine[/align]

[align=justify]Jean-François Millet (Gruchy, 4 ottobre 1814 – Barbizon, 20 gennaio 1875) è stato un pittore francese.

Nacque il 4 ottobre del 1814 nel villaggio di Gruchy in Normandia da una famiglia benestante di agricoltori istruiti. Pur lavorando nei campi fin da ragazzino anch’egli ebbe una buona istruzione: studiò il latino e si appassionò alla letteratura, una passione che lo accompagnerà per tutta la vita. Il suo talento per il disegno si rivelò sin dall'infanzia e nel 1833 si recò nella vicina Cherbourg per studiare presso un ritrattista, Bob Du Mouchel; dopo due anni passò nello studio di un altro pittore, Lucine-Théophile Langlois, specializzato in quadri raffiguranti scene di battaglia. Langlois era anche il curatore di un museo locale dove Millet scoprì le opere dei grandi maestri del passato. Durante i primi anni di apprendistato Millet tornava spesso a casa per lavorare nella fattoria. Nel 1837 si reca a Parigi per continuare gli studi con l'aiuto di una borsa di studio e si iscrisse all'École des Beaux-Arts dove ebbe come insegnante Paul Delaroche, un pittore di successo. Millet non restò a lungo con questo maestro e nel 1839 lasciò la scuola. L'anno successivo tornò a Cherbourg dove tentò inutilmente di guadagnarsi da vivere come ritrattista e per guadagnare qualche soldo lavorò anche come pittore di insegne.

Nel novembre 1841 Millet si sposò con Pauline-Virginie Ono, figlia di un sarto e si stabilì con lei a Parigi, ma la mancanza di soldi contribuì alla morte per tubercolosi della moglie a soli ventitré anni. Tornato a Cherbourg, conobbe una domestica di diciotto anni e ne divenne l'amante. Si sposarono con rito civile nel 1853, ma la loro unione, da cui nacquero nove figli, fu sancita dalla Chiesa soltanto nel 1875, quando l'artista ormai stava per morire. Nel 1845 insieme alla sua nuova compagna si stabilisce per un breve periodo a Le Havre e poi a Parigi. Non riuscendo ad affermarsi con i ritratti, passò a dipingere scene di carattere idilliaco, mitologico e pastorale, allora assai in voga.

Nel 1847 ebbe il suo primo riconoscimento al Salon (la massima mostra artistica annuale della Francia). Fu in questi anni che cominciò a stabilire i suoi primi contatti con il mondo artistico influente, tra cui il mercante d'arte Paul Durand-Ruel. La carriera di Millet ebbe una svolta improvvisa nel 1848 quando si dedica ad un nuovo tema "la vita contadina" che gli darà la fama internazionale; infatti nello stesso anno espose al Salon il dipinto Il vagliatore, che coglieva perfettamente lo spirito del tempo. Il dipinto fu accolto da critiche favorevoli ed acquistato da un ministro del nuovo governo, Alexandre Ledru-Rollin. In seguito con la famiglia si trasferisce a Barbizon insieme ad altri pittori, tra cui Thédore Rousseau che lo aiutò finanziariamente ed anche nell'insegnamento di alcune tecniche pittoriche. Nonostante questi aiuti i primi anni di vita in questa città si trovò spesso in difficoltà economica. La fama di Millet crebbe nel decennio successivo, periodo in cui i suoi dipinti vennero acquistati da un numero sempre maggiore di case d'arte.

Nel 1860 firma un contratto con due mercanti belgi nel quale si impegnava a consegnare venticinque dipinti all'anno; non potendo mantenere fede al contratto pose fine a questo accordo nel 1866, ma le continue mostre allestite dai belgi contribuirono ad aumentare la sua fama. Nel 1867 le sue opere furono esposte all'Exposition Universelle di Parigi e l'anno successivo fu nominato cavaliere della Legion d'Onore. Tra il 1868 ed il 1874 dipinse per il collezionista Frédéric Hertmann una serie basata sulle quattro stagioni, che sono tra le più belle opere del suo ultimo periodo; purtroppo non riuscì a portare a termine l'ultima stagione, l'"Inverno". Infatti alla fine del 1873 Millet si ammalò gravemente e da allora lavorò molto poco. Nel maggio 1874 ricevette il prestigioso incarico di dipingere nel Pantheon di Parigi alcune scene della vita di Santa Geneviève (patrona della città), ma riuscì a schizzare soltanto alcuni disegni preliminari, senza incominciare l'opera. Morì a Barbizon il 20 gennaio 1875, all'età di sessant’anni, e fu sepolto nel vicino villaggio di Chailly, accanto al suo grande amico Thédore Rousseau.

Attività artistica
Come molti artisti del suo tempo, anche Millet si cimentò nei ritratti, per i quali vi era sempre una forte domanda indipendentemente dalle mode artistiche.
Tra il 1840 ed il 1845 i ritratti fornirono a Millet gran parte del suo magro reddito.
Dopo il 1845 dipinse pochissimi ritratti su tela, ma continuò a farne a matita.

Millet cominciò a produrre incisioni intorno al 1850, ma gli ci volle un po’ di tempo prima di acquistare la necessaria sicurezza.
Le incisioni riproducevano spesso elementi dei dipinti, ma in qualche occasione Millet utilizzava un'idea prima in un incisione e poi in un dipinto.

Per alcuni anni, a partire dal 1845 circa, Millet cercò di guadagnare adeguandosi alla propensione diffusa all'epoca per temi spensierati che rievocavano lo stile rococò del XVIII secolo.
Sono di questa forma pittorica alcuni soggetti mitologici ed allegorici, nonché alcune scene pastorali in cui la campagna viene presentata non come un luogo di lavoro, ma come un angolo di piacevole semplicità e di serena spensieratezza.

Il pittore si dedicò anche alla tecnica del pastello intorno al 1845, ma si servì regolarmente di questo mezzo solo circa vent’anni dopo.[/align]
Soleanna1
Sognatore


Messaggi: 1288
Iscritto il: ven apr 08, 2005 3:32 pm

Messaggioda Soleanna1 il mar lug 10, 2007 2:51 pm

Le spigolatrici, 1857

Immagine
Soleanna1
Sognatore


Messaggi: 1288
Iscritto il: ven apr 08, 2005 3:32 pm

Messaggioda Soleanna1 il mar lug 10, 2007 2:52 pm

L'Angelus, 1857-1859

Immagine
Soleanna1
Sognatore


Messaggi: 1288
Iscritto il: ven apr 08, 2005 3:32 pm

Messaggioda Soleanna1 il mar lug 10, 2007 2:55 pm

La partenza per il lavoro, 1851

Immagine
Ultima modifica di Soleanna1 il mar lug 10, 2007 3:03 pm, modificato 1 volta in totale.
Soleanna1
Sognatore


Messaggi: 1288
Iscritto il: ven apr 08, 2005 3:32 pm

Messaggioda Soleanna1 il mar lug 10, 2007 2:57 pm

The Sower, 1850

Immagine
Soleanna1
Sognatore


Messaggi: 1288
Iscritto il: ven apr 08, 2005 3:32 pm

Messaggioda Soleanna1 il mar lug 10, 2007 3:00 pm

Pescatore

Immagine
Soleanna1
Sognatore


Messaggi: 1288
Iscritto il: ven apr 08, 2005 3:32 pm

Messaggioda Soleanna1 il mar lug 10, 2007 3:01 pm

Fuga in Egitto

Immagine
Soleanna1
Sognatore


Messaggi: 1288
Iscritto il: ven apr 08, 2005 3:32 pm

Messaggioda Soleanna1 il mar lug 10, 2007 3:02 pm

Giovane donna, 1844-1845

Immagine
Soleanna1
Sognatore


Messaggi: 1288
Iscritto il: ven apr 08, 2005 3:32 pm

Messaggioda Soleanna1 il mar lug 10, 2007 3:04 pm

Pastore col suo gregge, 1864

Immagine
Soleanna1
Sognatore


Messaggi: 1288
Iscritto il: ven apr 08, 2005 3:32 pm


Torna a Pittura

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group